Crea sito

LO SPIRITO SANTO IN FAMIGLIA – Carlo Maria Martini

lunedì, 19 marzo 2007

LO SPIRITO SANTO IN FAMIGLIA
CARLO MARIA MARTINI Cardinale Arcivescovo di Milano
Carissimi,
per opera di Spirito Santo il Verbo di Dio si è fatto uomo, è nato dalla Vergine Maria: è Natale! Vorrei visitare ogni casa e trovare le parole per dire a ciascu­no di voi il segreto della gioia di Natale: il Figlio di Dio si è fatto uomo, perché ogni uomo possa diventare figlio di Dio!
Lo Spirito di Dio rende possibile anche questo miracolo: suscita nella Chiesa molti ministeri perché sia possibile la missione che Gesù ha affidato agli apo­stoli e a noi vescovi loro successori. Se non è possibile che sia io a bussare alla vostra porta, sarà il prete della vostra parrocchia, oppure il diacono permanente che lo aiuta, oppure sarà la suora che già viene a portare la comunione alla nonna e passa ora per gli auguri di Natale.
I segni dello Spirito che sono sotto i nostri occhi ci incoraggiano a sperare e a chiedere con più insistente e fiduciosa preghiera che nelle nostre comunità non manchino i preti, i diaconi, le vocazioni alla vita consa­crata, uomini e donne che si facciano carico dell’an­nuncio del Vangelo.
Questa lettera è come una lunga preghiera. Invochiamo i doni dello Spirito Santo: íntelletto, scien­za, consiglio, timor di Dio, fortezza, pietà, sapienza.
Ascolto le vostre confidenze, leggo le vostre lettere, mi interesso di quello che raccontano i preti dopo aver visitato le vostre case: mi rendo conto di quella vita quotidiana talora stentata e mediocre, talora santa e splendida. In ogni miseria intendo una invocazione, in ogni splendore raccolgo un motivo di riconoscenza: noi nemmeno sappiamo che cosa sia conveniente domanda­re, ma lo Spirito stesso intercede con insistenza per noi con gemiti inesprimibili (Rm 8,26).
Questa lettera è come una lunga preghiera; racco­glie qualche frammento di vita e si lascia prendere dalla inesprimibile nostalgia: come sarebbe bella la vita, se fosse abitata dalla gloria di Dio, dallo Spirito Santo.
La famiglia che con maggior intensità di affetti si raduna nei giorni del Natale potrà forse riconoscere in queste pagine un passo da compiere, un dono di cui ringraziare, un peccato di cui chiedere perdono.
E mi immagino che da tutta la Chiesa si alzi una pre­ghiera insistente, fiduciosa, corale: Discendi, Santo Spirito, … i sette doni mandaci.
Così la lettera pastorale di quest’anno “Tre racconti dello Spirito” si potrà tradurre in pagine di vita vissuta anche in casa vostra.
 
1.
IL DONO DELL’INTELLETTO FRAMMENTI DI VITA QUOTIDIANA
La bambina e la nonna
Le hanno detto: “Mettiti l’altro vestito, perché tra un po’ comincia ad arrivare la gente”. Papà e mamma discutevano tra loro: “La metteremo in sala”; “Forse è meglio nella sua stanza”, e parlavano stranamente sot­tovoce. Uomini vestiti con la giacca scura parlavano con il papà di addobbi e manifesti. Le hanno detto: “La nonna è andata in paradiso” e la mamma aveva gli occhi rossi. Quando poi a gran fatica quattro uomini vestiti di scuro collocarono al suo posto la bara della nonna, la bambina non riuscì quasi a riconoscerla e del resto la mandarono subito nell’altra sala, dove l’accolse un coro di zie quasi mai viste: “Che bella bambina! “; “Come sei diventata grande! “.
Ma durante le preghiere della sera le ritornò il pen­siero della nonna e – forse era ancora preghiera, forse era già sogno – a lungo si immaginò di inseguire il viag­gio di quella donna con i vestiti vecchi e scuri e le gambe gonfie, un viaggio popolato di spaventi e di domande: “Ma dove abita Dio? quanto ci vuole a risor­gere? andrà in paradiso con quei capelli che non le stanno mai pettinati?”.
E tra quelle domande la bambina si smarrì, fino a scoppiare in lacrime, dopo tanta confusione.
Ecco: il mistero della morte! Si può fare altro che piangere?
Oh, la bellezza!
Si sa come sono certi periodi: frenetici e scontenti, e sembra che tutto vada storto. Le scadenze arrivano sempre troppo presto e qualche volta tolgono il sonno.
Arrivi a casa già nervoso e trovi musi lunghi e non riesci a capire perché sia il caso di fare tante storie per cose da nulla. La moglie si risente per una battuta infe­lice – ah, quella mania di fare lo spiritoso! – i ragazzi non la finiscono di litigare tra loro per sciocchezze.
A finire l’opera una sera entrando in garage troppo di fretta prendi la curva stretta e la fiancata della mac­china resta tutta segnata: la rabbia è che non puoi dare la colpa a nessuno! Che vita balorda!
Ma, ecco, la mattina dopo percorrendo la strada di sempre, dopo giorni di nebbie e foschie, ti sorprende la bellezza! Sono le montagne nitide, fatte così vicine dal vento della notte; è la magia che la luce riversa sui boschi e sui prati; è l’azzurro incredibile di un cielo che ti sembra appena creato apposta per te. Allora la tensione si scioglie in una commozione che s’arrischia persino a trasformarsi in un pianto come di bambino.
Ecco: il mistero della bellezza! Si può fare altro che piangere e cantare?
Figli fatti mistero
Non posso lamentarmi dei miei figli, sono bravi ragazzi: studiano, lavorano, non si fanno pregare per sparecchiare la tavola, non lasciano troppo disordine nelle loro camere. Sono gentili anche con i nonni. Ecco che cosa mi dispiace: non vanno più a Messa. Non hanno niente “contro”; anzi se il parroco ha bisogno un favore lo fanno volentieri.
C’erano – certo – quando c’è stato il funerale di quel loro amico morto in moto, c’erano – certo – la notte di Natale, ed erano anche raccolti, senza imbarazzo. Ci sono sempre quando si celebra la Messa per i defunti della famiglia.
Ecco: tutto qui.
Ne parlo con loro qualche volta; e mi dicono che si, pregano qualche volta, che si, certo, credono in Dio; ma insomma non capiscono proprio perché dovrebbe­ro andare a Messa ogni domenica. A me sembra una cosa enorme, non posso concepire la domenica senza Messa. Eppure i miei ragazzi, così educati, onesti, buoni, a Messa non ci vanno.
Ecco: il mistero della libertà. Si può fare altro che pregare e sperare?
 
PREGHIERA E RIFLESSIONE
Invoco con voi e per voi lo Spirito Santo perché effon­da il dono dell’intelletto.
Il dono dell’intelletto ci fa penetrare nell’intimo del mistero di Dio, cogliendo la radice unitaria da cui scaturi­scono Creazione e Redenzione, l’alleanza, la predicazione del Regno e la morte e risurrezione, la Scrittura e la Tradizione. Questo dono di uno sguardo profondo, affet­tuoso e unificante lo si riceve e lo si sviluppa sottometten­dosi di continuo al giudizio della Parola di Dio quale è pro­clamata, spiegata e testimoniata nella comunione della fede ecclesiale e perseverando nella preghiera contemplativa e nella lectio divina” (Tre racconti dello Spirito, 43).
I soprassalti con cui il mistero irrompe nella bana­lità fanno nascere domande e smarrimenti: il dono del­l’intelletto rende attenti alla Parola che come luce amica offre fiducia. Rivela infatti l’amore del Padre che si prende cura delle sue creature e salva i suoi figli.
Il dono dell’intelletto rende semplici e apre la mente a comprendere le Scritture: quello che tante volte si è sentito leggere in chiesa, un giorno, sotto l’urgere delle domande essenziali o per l’incalzare di un dramma che non lascia scampo, diventa d’improvviso luminoso.
La bambina che saluta la nonna per l’ultimo viaggio rivolge un suo sguardo supplice e fiducioso al taberna­colo, perché proprio di là sembra che venga la parola proclamata: “Io sono la risurrezione e la vita, chi vive e crede in me, anche se morto, vivrà”(Gv 11,25). Il mori­re che ha arrossato gli occhi della mamma è dunque per la nonna l’entrare nella vita di Gesù!
La frenesia di giornate opprimenti oltre il sopportabi­le viene come squarciata dalla voce, così mite e discreta, eppure così vera e persuasiva: “Venite a me voi tutti che siete affaticati e oppressi e io vi ristorerò” (Mt 11,28). Gesù rivela d’essere l’amico che ti dà la pace, il Signore che conosce le tue fatiche e ti regala il suo riposo.
I genitori scoraggiati dall’impressione di non essere capaci di educare alla fede sono raggiunti dalla promessa indiscutibile: “Io quando sarò elevato da terra, attirerò tutti a me”(Gv 12,32) e trovano motivo di sperare: là dove non sono bastati l’esempio, l’insegnamento e il pre­cetto, sarà decisiva l’attrattiva di Cristo crocifisso.
Già da qualche tempo sul comodino è tornato il libro del Vangelo, come a ricordarsi il proposito sem­pre rinnovato e sempre precario di “leggere una pagina di Vangelo ogni sera”; ma forse ora viene il tempo in cui la famiglia intera può sentirsi più forte e unita di fronte ai misteri della vita perché insieme apre, legge e parla della buona notizia che è Gesù.
 
2.
IL DONO DELLA SCIENZA
FRAMMENTI DI VITA QUOTIDIANA
Una volta… ai miei tempi … prima…
Bisogna dire che qualche volta i miei vecchi riesco­no proprio a essere noiosi. Se cominciano a raccontare di come era il mondo una volta, se si mettono a con­frontare passato e presente, allora sono addirittura sco­raggianti. Una volta – a sentir loro – era tutto più facile, più bello, la gente era più buona, più onesta, i giovani erano più ubbidienti, più abituati al sacrificio, le chiese erano più frequentate, e persino i preti erano più preti!
Anche le prediche del mio parroco hanno per me un effetto deprimente: le famiglie d’oggi, i giovani d’oggi, il mondo d’oggi, tutto sembra da buttare. Mi danno l’im­pressione che il mondo sia vecchio, gravato d’acciacchi e che le epoche felici siano ormai passate per sempre e siano finite le generazioni che si curavano del bene.
Uno come me, con i suoi vent’anni – se dovesse cre­dere a quello che sente – dovrebbe vivere con il ram­marico di essere nato in un tempo sbagliato.
Non parliamo poi del futuro: a sentire come lo descrivono viene voglia di scappare. Tutto sarà diffici­le: trovare lavoro, incontrare una ragazza per bene con cui si possa costruire una vera storia d’amore, educa­re i figli; ma persino respirare e prendere il sole sarà pericoloso.
Siamo dunque coli inadatti alla speranza?
Con tutte queste religioni, chi ci capisce più?
Una volta hanno suonato i “Testimoni di Geova”: con ogni gentilezza e cordialità mi hanno lasciato il loro giornalino da leggere, con tutte quelle notizie allar­manti e mi hanno spiegato con una girandola di cita­zioni da farmi perdere l’orientamento che la Bibbia dice cose ben diverse da quelle che insegna la Chiesa e che anche i miei vecchi mi hanno sempre insegnato.
Mi hanno detto che ritorneranno e mi hanno lascia­to con una gran confusione in testa. Mio figlio dice: “Non farli più entrare, ti riempiono la testa di idee sballate; se poi ti metti nella setta non hai più pace, ti succhiano anche l’ultima lira!”; mia figlia che è stata ad ascoltare per tutto il tempo dice: “Questi sono proprio convinti. Vanno casa per casa, con il caldo d’estate e il gelo d’inverno. Questi sì che hanno fede! “.
Ma non sono finiti i motivi di confusione. Abbiamo affittato l’appartamento di sotto a Malek: è un lavora­tore, paga l’affitto con puntualità, è gentile e rispettoso. Siamo entrati un po’ in confidenza. Domenica l’ho invi­tato anche alla Messa delle dieci, nelle nostra bella chie­sa antica: era per dirgli che si sentisse accolto non solo a casa mia, ma anche in paese. Mi ha risposto che lui prega sempre, mi ha fatto vedere il tappeto su cui si inginocchia e il libro delle sue preghiere, scritto nella sua lingua incomprensibile: mi ha detto che il Profeta ha rivelato come si deve pregare e lui rimane fedele. Caso mai dovrei essere io a imparare da lui!
Poi, finalmente, è tornata la figlia dei nostri vicini. E’ stata via chissà quanto e chissà dove, tanto che a un certo punto non chiedevo neppure più notizie, perché ogni volta sua madre mi rispondeva con un sospiro pieno di lacrime. Adesso è tornata: magra da fare impressione, vestita con colori sgargianti in fogge eso­tiche, mangia solo frutta e verdura. Dice che ha trova­to la pace e questa è la vera religione.
Ecco, in pochi metri quadri si cerca, si prega Dio e si parla di Lui in modi così diversi: che confusione!
Prigionieri delle stelle
Quando Venere e Marte sono contrari non c’è nien­te da fare, mi sento giù, tutto mi pesa e persino quel modo di fare allegro, disordinato e sbarazzino di mio marito che tanto mi aveva attirato mi mette subito di malumore.
Anche prima avevo di questi momenti e non sapevo darmene una ragione. Davo la colpa alla pressione e all’umidità, a quello che avevo mangiato la sera prima, al carattere degli altri e anche al mio, all’irritazione cau­sata dall’invadenza della suocera.
Poi mi sono accorta che in realtà siamo prigionieri delle stelle: questa settimana, per esempio, il mio oro­scopo annuncia una pesante dissonanza di alcuni pia­neti, la contrarietà di Venere e Marte. Me l’aspetto dunque: verranno giorni di malumore e di noia. E tutto questo mentre mio marito sarà euforico: le buone influenze astrali preannunziano al suo segno zodiacale una settimana promettente. Marte e Venere sono dalla sua e alcune giornate saranno di sicuro successo sul lavoro, a causa del transito della Luna.
Ci sarà dunque burrasca in casa: lui contento di sé, espansivo, desideroso di fare e di parlare; e io sconten­ta, sfiduciata e aggressiva.
Del resto non possiamo farci niente, siamo prigio­nieri delle stelle.
 
PREGHIERA E RIFLESSIONE
Invoco con voi e per voi lo Spirito Santo perché effon­da il dono della scienza.
“La scienza spirituale è la visione della realtà che con­segue all’incontro col Signore che cambia la vita. Grazie al dono della scienza sono nate le grandi sistemazioni teologiche della storia della fede, e il cristianesimo è capace di contribuire alla ricerca del significato ultimo e delle urgenze penultime di fronte alle questioni e alle sfide culturali ed etiche più diverse. Grazie alla scienza della fede è possibile cogliere i segni dei tempi e i fer­menti evangelici presenti dappertutto, anche nelle situa­zioni apparentemente più chiuse alla luce della verità rivelata” (Tre racconti dello Spirito, 44-45).
Il dono della scienza rende fruttuosa la fatica di pensare, traccia un sentiero per chi ricerca e si pone domande, sostiene la pazienza di letture impegnative, alimenta il desiderio di una formazione anche intellet­tuale, fa provare noia per i discorsi che vendono aria fritta e pongono molta enfasi su slogan ad effetto.
Il dono della scienza insegna uno sguardo sul nostro tempo più penetrante delle statistiche e dei malumori: gli adulti diventano amici della giovinezza, si trattengo­no dallo scuotere affrettatamente il capo di fronte ai discorsi dei figli, ai loro entusiasmi e alle loro iniziative. Come se avessero uno sguardo profetico sono capaci di discernimento, evitano confronti impossibili con un passato fantastico, traggono piuttosto dalla loro espe­rienza quanto aiuta ad essere saggi, a fidarsi di Dio, e a sostenere con coraggio sogni promettenti. La scienza che viene dallo Spirito di Dio è vicina alla profezia.
E dono della scienza rende deciso il cammino per uscire dalla desolante ignoranza religiosa in cui molti s’adagiano come fosse un diritto. E’ desolante infatti che la complessità del mondo in cui viviamo, invece di stimolare ad approfondire la propria fede, consegni allo smarrimento, renda muti e imbarazzati di fronte a ogni obiezione. Mentre nelle librerie s’ammassano libri per ogni interrogativo, nelle case dei cristiani pare che entrino solo rotocalchi zeppi di banalità e di indiffe­renza; mentre non si perde un’ora di palestra, la cate­chesi per adulti resta deserta.
Lo Spirito Santo effonde il dono della scienza per convincere che è tempo di coltivare un’attitudine alla ricerca. Sarai fiero di dare una risposta a chi domanda ragione della nostra speranza; sarai fiero di non tacere l’annuncio del Vangelo, scambiando il silenzio intimo­rito per rispetto della coscienza altrui; sarai fiero di annunciare la libertà cristiana a chi s’arrende a una visione fatalista della vita e si consegna come un pri­gioniero, mentre è stato creato con la dignità e la libertà di un figlio di Dio.
 
3.
IL DONO DEL CONSIGLIO
FRAMMENTI DI VITA QUOTIDIANA
Trepidazione di giovane donna
Forse si vede già. Forse quello sguardo che mi segue nella folla ha già indovinato il mio segreto. Forse non dovrei andare così di fretta, né salire su una metropoli­tana in cui si sta così pigiati. Chissà che cosa dirà Paolo! e mia madre? e le mie colleghe di lavoro? Il mio terzo bambino! E dopo cinque anni!
La gioia, come una nuova giovinezza, mi ha travolto stamattina, quando ho avuto la certezza. Poi anche una specie di ansia. Paolo è via per lavoro fino a domani: con chi mi confido? Questa specie di fastidio che sento è forse un sintomo di qualche cosa che non va? Come lo spiegherò agli altri due, ormai grandicelli? Ma no, l’ansia non è per queste piccolezze: c’è uno smarrimen­to più profondo e una paura più “fisica”. Mi trovo così spossata che mi chiedo se avrò energia per far vivere questa nuova vita, se riuscirò a nutrirla, a tenerla in grembo e poi in braccio senza farle male.
La competenza del medico che mi rassicura: “Tutto va bene!” mi sembra così professionale che spio lo sguardo e il volto sospettando che non mi dica tutto.
Le belle risate che Paolo si farà quando saprà della novità e delle mie paure saranno sincere, ma diranno più la sua gioia di essere di nuovo padre che la com­prensione per quello che sento io.
Ho come nostalgia, ora che sono in una nuova maternità, di un abbraccio di madre in cui potermi abbandonare e sentirmi protetta.
Scelte dei giovani, domande dei genitori  
Il maggiore ha fatto di testa sua – e ha sbagliato. Si è iscritto a una facoltà prestigiosa, di sicuro avvenire – come dicevano – ma troppo difficile. Non è stata una scelta giusta, perché era mossa dalla moda e dal­l’ambizione. Ricordo che anche noi eravamo orgo­gliosi, a torto e ingenuamente. Ma subito ai primi esami sono cominciati i problemi: il ragazzo era teso, irrequieto e impreparato. Tornava ogni volta umilia­to e incupito. Abbiamo sbagliato anche noi a insiste­re: ma del resto, come arrendersi subito all’inizio? Sono stati anni duri e di una durezza improduttiva: non sono ancora finiti.
Ora tocca alla ragazza scegliere. Certo lei è più dili­gente e ordinata, ha avuto risultati migliori; anche lei punta a una facoltà difficile. Che fare? Come intuire se si tratta di una vocazione o di una ingenua velleità? Dobbiamo spingere verso traguardi impegnativi o con­sigliare ercorsi più modesti? Come distinguere il dovere mettere a frutto le proprie doti, trafficare i talenti ricevuti dal presumere oltre le proprie forze, mettersi a grandi imprese senza avere poi i mezzi per portarle a compimento?
D’altra parte scegliere bisogna e ogni scelta ha con­seguenze rilevanti. Non vorremmo che, incoraggiando ad ardue mete, dovessimo poi raccogliere una vita spezzata dalla depressione: è cosi sensibile questa ragazza! E neppure vorremmo che consigliando più agevoli percorsi ci sentissimo un giorno rimproverare: “Non avete creduto alle mie possibilità: eccomi qui, ora, senza prospettive e senza soddisfazíoni! “. Che cosa dobbiamo dunque fare?
I turni di guardia e la voce di Dio
Anch’io all’inizio trovavo insopportabili e inutili i turni di guardia, questo interrompere il sonno nella notte per prevenire improbabili nemici, queste strane cerimonie capaci di far imbestialire l’ufficiale di picchet­to, queste ore di solitudine e di buio, imprigionati nel­l’uniforme e nella garitta. Le trovavo insopportabili. Non che adesso siano un divertimento, ma devo dire che i turni di guardia mi hanno così estraniato dalla mia vita frenetica e confusa da farmi nascere tante domande.
La mia vita, finora, è andata avanti con la fretta e la confusione di chi cammina nel gregge: sempre in movi­mento, sempre insieme, sempre chiassosi, come per taci­tare le domande, impedirsi di scegliere, dimenticare che si è in cammino, ma senza avere una idea della meta.
Ora il servizio militare, la vita così bizzarra della caser­ma, i lunghi silenzi dei turni di guardia, la lontananza dalle consuetudini di casa, così rassicuranti e opprimenti (quanta nostalgia, ma che liberazione!), mi hanno messo nella condizione strana di vedere la mia vita – per così dire – dal di fuori. Ecco: è una vita insensata!
Ma non solo questo mi ha regalato la notte. Anche una intuizione che mi è sembrata riemergere da sogni infanti­li dimenticati: forse potrei dedicare la mia vita a qualche cosa di grande, forse, addirittura, potrei fare il prete!
A volte mi sembra di sentire che il Signore mi chie­de proprio questo e ha cercato di dirmelo in tanti modi. E’ come se improvvisamente tante voci si rive­lassero eco di quell’unica voce: la proposta di un ritiro vocazionale, quando avevo 14 anni; la domanda di quel prete sconosciuto che durante la confessione – avevo forse 16 anni – mi chiese: “Ma tu non hai mai pensato …?”; la storia così appassionata e così presto finita con Silvia …
Altre volte mi sembra impossibile, anzi presuntuoso che proprio io mi debba fare avanti fino alle cose sante. E poi: che diranno i miei genitori? C’è pericolo che a mio padre venga un colpo, ora che conta sul figlio ragioniere per la contabilità della sua impresa. E la mamma? e i miei amici? Chissà che risate si faranno e quante insinuazioní!
Così queste ore solitarie nella notte passano in fret­ta, mentre sfilano i pro e i contro e io proprio non so che cosa fare.
 
PREGHIERA E RIFLESSIONE
Invoco con voi e per voi lo Spirito Santo perché effon­da il dono del consiglio.
“Il dono del consiglio conduce a scegliere bene di fronte alle diverse alternative che la vita ci propone. Il consiglio guida nella provvisorietà e nell’incertezza a non fare passi falsi, ci aiuta a discernere, a non essere precipi­tosi, a non assolutizzare nulla di ciò che è meno di Dio. Forma pratica del dono del consiglio è la direzione spiri­tuale che aiuta la persona a orientare e vivere la propria vita secondo Dio” (Tre racconti dello Spirito, 45-46).
La giovane signora che aspetta il terzo bambino ha trovato finalmente le parole desiderate sulle labbra del­l’antica compagna di scuola che vive da anni ritirata in monastero. Proprio quella donna che non sa nulla di maternità ha trovato la via del cuore della giovane signora, più della mamma, che pure ha tanta esperien­za, più di Paolo, il marito affettuoso che l’ha abbrac­ciata così forte quando ha saputo la notizia, più del medico con tutta la sua competenza. Di fronte alla monaca, alla sua grata e al suo silenzio, la giovane donna ha sentito sciogliersi le sue paure e come l’ab­braccio di una indescrivibile pace l’ha avvolta alla pro­messa: “ogni giorno pregherò per te e per il tuo bam­bino”. La monaca non le ha consigliato nulla, non le ha raccomandato nulla; ma l’arte di trasformare in pre­ghiera un dubbio e una paura ha insegnato alla giova­ne donna la via della fiducia.
Sarà forse la vecchia maestra a consigliare i genitori incerti di incoraggiare la figlia all’audace impresa. La vecchia maestra non insegna più da molto tempo, è quasi cieca, esce di casa solo perché i figli l’accompa­gnano alla Messa di domenica, non ha più molta salute e anche la voce che zittiva scolaresche irrequiete si è arrochita.
Si direbbe che vive fuori dal mondo. Eppure la vec­chia maestra ha la saggezza di chi ha molto vissuto, ha molto sofferto e ha molto pregato. Perciò ricorrono a lei per consiglio genitori incerti sulla scuola da sceglie­re per i figli, qualche scolaro d’un tempo fattosi uomo ha piacere di presentare la fidanzata alla vecchia mae­stra e forse spera che la ragazza, così bella e che ride così spesso, ne ascolti í consigli. Arrivano anche í nípo­tíni a confidarle i loro successi e a cercare conforto nelle loro sconfitte.
E lei, senza darsi importanza, consiglia tutti, con prudenza e umiltà, quasi senza parere raccontando sto­rie del tempo andato e intercalando incomprensibili citazioni in latino. E sorridendo arguta dà l’impressio­ne che i suoi occhi stanchi vedano più lontano.
E il giovane militare approfitterà di una licenza per cercare il suo prete e scoprire che quello un po’ se l’a­spettava, chissà come. E giovane militare, impaziente e incerto, s’aspetta un sì o un no bello chiaro e deciso.
Ma il prete è più saggio di lui: comincia a insegnargli di nuovo a pregare, pretende che legga tutto un vangelo, gli consiglia la confessione frequente.
Il giovane militare nelle sue ultime guardie notturne si rallegra ora d’essere in buone mani, di potersi fidare; e lui – che certo non era un poeta – si perde ora a guar­dare le stelle e si sorprende talora a canticchiare canti di chiesa.
 
4.
IL DONO DEL TIMOR DI DIO
FATTI DI VITA QUOTIDIANA
Che vergogna, papà!
La tua rapidità nell’uso del telecomando ti rassicu­rava. Di quel film avevi sentito parlare molto tra i col­leghi di lavoro, avevi persino letto la recensione sul giornale che ne descriveva la volgarità in modo da ren­derla desiderabíle.
Ti sei accertato che la stanchezza, gli impegni di stu­dio, l’incontro con gli amici fuori casa svuotassero il salotto. Poi ti sei accomodato curioso a seguire il rac­conto confuso di improbabili amori. Forse eri troppo incuriosito o troppo stanco per accorgerti dell’imprevi­sto ricomparire della tua figlia più grande nel momen­to meno opportuno. Neppure tu credi che la tua ironia sulle “stupidate che fanno vedere” sia stata sufficiente a nascondere il tuo imbarazzo e a dissolvere lo scon­certo e lo scandalo che hai letto sul suo volto di adole­scente.
Ora quella scena ti ritorna in mente e ancora arros­sisci di vergogna: cerchi di immaginarti che idea si farà la ragazza di suo padre e non riesci a perdonarti.
Eppure ho ragione io
Come nasce un litigio? Credo che per un po’ si accumuli il risentimento: c’è stata quella parola offensi­va che non hai digerito, hai letto in quello sguardo l’in­vidia per ciò che sei riuscito a fare, hai interpretato quel modo maldestro di parcheggiare la macchina come un dispetto voluto per esasperarti. Ti sei sorpreso a fanta­sticare sul “modo di fargliela pagare”.
Poi un giorno per una sciocchezza che hai perdona­to tante volte ad altri ti sei arrabbiato davvero e hai detto: “Adesso basta!”. Sono volate parole offensive, è uscito fuori un elenco impressionante di sgarbi, ingiu­stizie, torti, colpevoli trascuratezze. E risultato è che da allora non sei più riuscito a parlare con il tuo vicino, ogni incontro casuale è stato solo occasione per un imbarazzato volgere altrove lo sguardo. A furia di pen­sarci ti sei convinto ancor più che tu hai solo ragione e lui solo torto.
Ma da dove viene quel disagio che non ti lascia mai del tutto tranquillo, quando ti accosti all’Eucaristia? Perché sei così complicato nel distinguere tra rancore, risentimento, “non aver niente contro”, per giustificar­ti di fronte alla pagina del Vangelo che dice: “Va’ prima a riconciliarti con il tuo fratello e poi torna a offrire il tuo dono” (Mt 5,24)?
L’altro giorno il tuo vicino è stato ricoverato in ospe­dale e dicono che le cose non vadano affatto bene. E ora che farai?
 
PREGHIERA E RIFLESSIONE
Invoco con voi e per voi lo Spirito Santo, perché effon­da il dono del santo timor di Dio.
Il timor di Dio è l’atteggiamento che ci fa vivere costantemente sotto lo sguardo del Signore, preoccupati di piacere a lui piuttosto che agli uomini. Dio che ti guar­da è sì il Dio giudice, ma questa espressione va ben capi­ta, perché non ha nulla a che vedere con una sorta di occhio maligno o severo puntato su di te solo per coglierti in fallo: si tratta del Dio Padre che ti conosce e ti ama come nessun altro e vuole per te il vero bene. Agire come a lui piace è allora per te il bene più grande, la consola­zione più profonda, anche quando sul momento dovesse costarti. Il timore di Dio è un timore filiale, reverente, affettuoso, che teme soprattutto di dispiacere al cuore del Padre” (Tre racconti dello Spirito, 48-49).
Il timore di Dio non è la paura che paralizza, ma lo sguardo amico che incoraggia e rassicura: “Questa cosa è giusta e tu puoi farla”. E’ una presenza amica che ti salva dalla confusione che rende desiderabile il male e cerca di giustificarlo: se nessuno lo viene a sape­re, che male c’è?
Il dono del tímor di Dio aiuta ad essere onesti per amore del bene, per rispetto verso se stessi, per quella profonda relazione con il Padre che sta nei cieli e ci ha reso tempio del suo Santo Spirito.
E’ tempo allora di non restare più paralizzato dalla vergogna d’essere stato scoperto: piuttosto adesso occorre vigilare per non sbagliare più, per non cedere più alla tentazione. Anche se la segretezza è garantita, lo sguardo di Dio t’accompagna, amorevole e incorag­giante, perché non ti lasci umiliare dalla volgarità.
Il dono del timor di Dio rende possibile sostenere la fatica del bene difficile. E io so che prima o poi tu tro­verai le parole per avviare la riconciliazione con il tuo vicino: mentre andrai a visitarlo ti verrà in mente cento volte che forse sarebbe meglio lasciar perdere, ti senti­rai scontento e nervoso. Ma sentirai anche lo sguardo di Dio che ti accompagna e ti ripete: “No, è una cosa giusta e tu puoi farla!”. Non ti assicuro che sarai ben accolto, non ti assicuro che scendendo le scale non ti sentirai fremere per una risposta sgarbata che non meritaví, per una buona intenzione fraintesa. Forse ti morderai le labbra per non aver trovato la parola giusta al momento giusto.
Ma certo sentirai di aver fatto quanto dovevi e che il risultato è meno importante della grazia di sentirti in pace davanti a Dio.
 
5.
IL DONO DELLA FORTEZZA
FRAMMENTI DI VITA QUOTIDIANA
Mi sono arreso
Sì, per la vergogna d’essere diverso, per evitare l’u­miliazione di essere deriso, per non rischiare di perde­re il mio amico più caro; sì: per tutto questo anch’io mi sono staccato dall’oratorio, anch’io ho inventato scuse complicate per nascondere ai miei le mie diserzioni dalla Messa domenicale. Mi vergogno di mentire, mi rincresce che ormai il mio prete non mi chieda più niente – sono stato addirittura il suo “segretario” per qualche tempo -; sento che molti pomeriggi sono vuoti e squallidi – con tutto quello che dovrei studiare! -, ma come fare senza gli amici?
I miei genitori non la mandano giù: hanno da dire di tutto, dei vestiti che metto, delle parole che uso, di come mi pettino, dell’ora in cui rientro la sera, dei voti che prendo a scuola. Hanno ragione anche loro, ma la mia compagnia è fatta così e con loro mi sento sicuro, da solo mi sento perduto. Qualche volta sono lo zimbello del gruppo, perché ho i miei scrupoli e i miei orari: ma meglio essere preso in giro che essere di nessuno.
Non dico che sono contento e non dico che sia poi molto divertente stare per ore a parlare di niente e a vantarsi di imprese improbabili. Ma se non sto con loro, di chi sono io?
Meglio non avere fastidi
“Sì l’appartamento è vuoto, ma non è in vendita e non abbiamo intenzione di affittarlo”. Così la trattativa si è interrotta. Ce l’hanno chiesto con gentilezza questi due sposini, si vedeva che erano già provati dall’aver bussato a tante porte e si è capito che ci speravano. E’ anche vero che a noi quell’appartamento non serve, per ora, e forse neppure in futuro. Ma mio marito ha ragio­ne: ha paura dei fastidi e per di più sospetta sempre che gli estranei siano dei profittatori. Ha fatto bene i suoi conti e ha concluso che adesso non è il momento di vendere.
Capisco che ci sia gente che ha bisogno, ma tutto è diventato così complicato! Perciò meglio lasciare le case vuote e la gente per strada. Mezza vuota è rimasta la casa dei miei, l’appartamento che abitavamo prima è ancora tutto sottosopra e non ci abita nessuno, e teniamo libero l’appartamento a Milano, perché “non si sa mai”.
Qualche volta anch’io penso che sarebbe ora di decidersi e di mettere a disposizione quello che abbia­mo, ma quando si va sull’argomento mi accorgo che lui subito si irrita e allora lascio perdere: per quello che mi interessa … meglio non avere fastidi.
Basta che la smetta!
“E se vuole la televisione in camera, che abbia la televisione in camera! Sono stufo di questa storia”. Così è finita la discussione che durava da settimane, fatta, più che di argomenti, di puntigli e ricatti, facce scure e mutísmi ostínati. La ragazza ha quattordici anni e una sorprendente capacità di ottenere quello che vuole. “Se c’è qualche cosa che mi interessa, la tele è sempre già occupata …. tutte le mie amiche parlavano di quel film e io me ne stavo lì come una stupida… m’a­vevi promesso un regalo per il compleanno …” e così via per settimane, quando pure si degnava di parlare.
E pensare che quando eravamo fidanzati abbiamo progettato la casa senza televisore, per “non essere come i nostri genitori, bloccati lì davanti per ore e ore”. Adesso finiremo per averne tre.
Lo so anch’io che la televisione non aiuterà mia figlia a diventare migliore e mi immagino che sciuperà ore e ore a inseguire vicende assurde, curioserà tra i programmi per adulti e si riempirà la testa di fantasie di cui vergognarsi. Lo so che non è un bene, ma anche la mia pazienza ha un limite e quando vengo a casa penso di aver diritto a un po’ di calma. Mi chiudo alle spalle la porta e voglio chiudere fuori tutti i fastidi del lavoro: mi piace sdraiarmi in pace sul divano a seguire una par­tita di calcio in televisione.
E dunque che abbia anche lei il suo televisore, basta che la smetta.
 
PREGHIERA E RIFLESSIONE
Invoco con voi e per voi lo Spirito Santo perché effon­da il dono della fortezza.
“Essere forti secondo Dio significa essere fedeli e per­severanti nella fede, senza lasciarsi sviare da opinioni peregrine, da mode seducenti ed egoiste, da calcoli di opportunità e di successo. La fortezza è l’atteggiamento di chi è saldo nell’obbedienza amorosa al Signore, e sop­porta per lui prove e desolazioni, senza abbandonare la via a volte oscura e dolorosa della sequela. … Il discepo­lo non crede all’adulazione, né si piega davanti alla minaccia se ha accolto e coltivato in sé il dono spirituale della fortezza” (Tre racconti dello Spirito, 49-50).
Il dono della fortezza fa nascere la fierezza della propria originalità e dona energie per diventare prota­gonisti.
Così anche un quindicenne timido e impacciato può avvertire il fascino di liberarsi dal complesso che lo rende sempre gregario, dalla paura di restare solo. Un giorno sarà consolato da amicizie che non sperava, da una gioia dentro che non aveva provato mai e dal ritro­vato gusto di alzare gli occhi verso il Signore crocifisso, che è morto solo, fuori dalla città.
Dicono che la transizione dall’aggregazione un po’ umiliante della compagnia all’appartenenza a una comunità sia faticosa e forse rara: ma il dono dello Spirito di fortezza aiuta la perseveranza di cammini pazienti. Si comincia con la sincerità: “non mentirò più e anzitutto non mentirò a me stesso per dimostrare che sono giuste le cose sbagliate”. E a questo punto uno già sente dentro lo sguardo incoraggiante del Signore.
Il cammino prosegue poi con il farsi avanti per un incarico e sentirsi al posto giusto, là dove s’è fatto il deserto, perché le cose sono stentate e perciò sembra­no fuori moda.
Il Signore ti regala poi qualche miracolo, come una sorgente d’acqua fresca che incoraggia il cammino: ti accorgi d’avere risorse che non immaginavi, ti è dato di vivere amicizie fresche, limpide e fedeli, avverti la stima e la fiducia di chi ti saluta per strada.
Il dono della fortezza rende liberi e fa della resi­stenza nel bene un’esperienza bella da vivere. Lo Spirito edifica uomini e donne che non hanno paura dei fastidi, non si lamentano di come si sono complica­te le cose, sentono le risorse di cui dispongono come una grazia e una responsabilità.
Non sopportano le case vuote, anche se sono più tranquille, trovano deprimenti i prati incolti, le struttu­re abbandonate, le costruzioni mai terminate: vorreb­bero poter fare qualche cosa.
Se chiedi loro un favore h vedi contenti di aiutarti e il giorno dopo già ti telefonano per dirti una soluzione migliore: hanno pensato a te e hanno consultato per te qualche amico più esperto; si innervosiscono per l’ot­tusità e la pigrizia.
Lo Spirito edifica uomini e donne capaci di una sapienza educativa che non si lascia piegare dai malu­mori e non prende decisioni per esasperazione. La pazienza di ascoltare non è per accondiscendere, ma per capire e far capire. II figlio e la figlia intuiscono già prima d’aprir bocca se la richiesta è sensata e già sanno che non sarà disattesa. Intuiscono anche quando si trat­ta di capricci: sanno che è inutile fare il muso e arrab­biarsi. Fanno fatica a riconoscerlo, ma sentono che i genitori hanno ragione: e il malumore passerà.
Ci sono passaggi che sono difficili per tutti, ma i genitori cristiani hanno una risorsa inesauribile di for­tezza e di lucidità: cercano di pregare.
 
6.
IL DONO DELLA PIETÀ
FRAMMENTI DI VITA QUOTIDIANA
La preghiera s’è svuotata
Inutile illudersi, mio figlio non prega più! Lo ricor­do bambino con gli occhi spalancati e le manine giun­te, tutto intento alla fiammella della candela appena accesa per poi rivolgere i suoi occhioni azzurri a “salu­tare Gesù”. Ricordo con quale insistenza la sera voleva che mi sedessi sul letto accanto a lui “a dire le preghie­rine”. Ricordo l’emozione della sua Prima Comunione. Ricordo l’entusiasmo e il puntiglio con cui frequentava il gruppo chierichetti.
Ma poi crescendo s’è fatto – come dire? – distratto, irrequieto; ecco, incapace di silenzio: sempre qualche cosa da fare, sempre una musica a fare compagnia, sempre un appuntamento da non perdere con gli amici. Il tempo gli sfugge di mano: arriva a sera e si addor­menta spossato e – mi sembra – come vuoto. Se una volta capita di pregare insieme, vedo che le sue labbra ripetono le parole, ma con un fare distaccato e annoia­to da fare pena: ripete le parole della preghiera con la stessa inerzia con cui scarabocchia i libri, quando si distrae durante le lezioni.
Non prega più. Frequenta la Messa della domenica come un appuntamento scontato: forse durerà finché il gruppo dei coetanei continuerà a occupare la terza panca e a provocare le occhiate inviperite della Giuseppina. Qualche volta lo spio durante la celebra­zione e vedo i suoi occhi persi nel vuoto, come in una
insanabile lontananza. Che sarà di lui quando la vita lo spremerà con le sue asprezze? Mio figlio non prega più.
Che devo fare ancora?
Mia moglie è una santa donna. In chiesa appena può, è quella che intona il rosario prima della Messa. Prega per tutti: per le missioni, per le vocazioni, per i giovani, per i malati, per il Papa. Prega anche per chi non prega e non va in chiesa. Prega dunque anche per me. Mi dispiace di darle tanta pena, ma che cosa devo fare?
Sono un brav’uomo, onesto e lavoratore, come si dice. Servizievole, anche: se mia moglie deve partecipare a una riunione, se deve uscire la sera, le faccio volentieri da autista; se il mio parroco deve ritirare un pacco o un documento, vado volentieri anche in curia, dato che lavo­ro lì vicino.
Sono generoso anche: i ragazzi che vengono a portare l’ulivo benedetto, i giovani che raccolgono soldi per le missioni, la signora che invita a un’offerta per la giornata del Seminario, nessuno se ne va da casa mia a mani vuote!         .
Sono dunque da rimproverare e condannare perché non prego e non vado in chiesa- come sostiene e minac­cia mia moglie? Io però non so proprio come fare. Mettersi lì a ripetere delle parole, da soli, è una cosa per cui non ho abbastanza fantasia. Andare in chiesa e senti­re sulla schiena lo sguardo interrogativo della gente abi­tuata da cent’anni a occupare quella panca è una cosa che supera la mia pazienza. Sia ben chiaro: non voglio criti­care nessuno e non mi oppongo a niente. Quello che mi risulta chiaro è che io non riesco proprio a pregare e che non mi trovo al mio posto in chiesa.
Un cuore può farsi di pietra
Sì, abbiamo avuto delle prove, la vita non è stata facile per noi. I primi anni di matrimonio sono stati duri, perché avevamo poche risorse ed eravamo costretti a vivere nella casa dei suoceri, a sentirli bor­bottare per ogni cambiamento, a discutere i nostri orari e persino i nostri menu: c’era però la giovinezza, l’ambizione di progredire e una fede giovane e lieta. Poi sono venuti i figli che hanno convinto a costruire la casa nuova e l’hanno subito riempita di allegria e di litigi, di giocattoli e di libri, di abbracci affettuosi e di capricci, delle preoccupazioni per le scelte educative e il loro futuro. Ma c’era la salute, la voglia di lavorare, il benessere a portata di sudore e una fede adulta, sobria, solida.
Ma quando per l’ultimo dei figli la diagnosi non ha più lasciato speranze, allora mia moglie si è fatta come di pietra. Continuava a fare tutto come prima, con effi­cienza e precisione, ma nei suoi occhi s’era spenta quella scintilla di gioia che li rendeva così belli e vivi. Si parlava, poi, per il piccolo di visite e terapie, si par­lava di altri casi simili e più gravi. E si continuava anche a parlare d’altro: della scuola del più grande e della bronchite della ragazza, dei buoni risultati scola­stici e della necessità di cambiare la macchina, della mia carriera in ufficio e dei progetti per le vacanze. Ma io mi accorgevo che per lei tutto era colorato di grigio e che quel figlio diverso dagli altri le era sempre davan­ti agli occhi e le impediva di concedersi al riso, di scio­gliersi in lacrime, di abbandonarsi ai sogni e alla pre­ghiera. Ecco il punto più difficile: mia moglie è arrab­biata con Dio!
 
PREGHIERA E RIFLESSIONE
Invoco con voi e per voi lo Spirito Santo perché effon­da il dono della pietà.
“La pietà è l’orientamento del cuore e della vita inte­ra ad adorare Dio, a prestargli il culto che lo riconosca come sorgente e meta di ogni dono autentico. La pietà è la tenerezza per Dio, l’essere innamorati di lui e il desi­derare di rendergli gloria in ogni cosa La misericordia del Signore è stata talmente grande con noi che egli desi­dera la nostra carità verso di lui! Grazie alla pietà il eri­stiano non cerca solo le consolazioni di Dio, ma desidera fargli compagnia nella sua gioia e nel suo dolore per il peccato del mondo” (Tre racconti dello Spirito, 52).
Il dono della pietà si trova sulle vie misteriose che lo Spirito percorre per abitare i cuori.
Un giorno forse quel ragazzo che percorre da solo le strade della città troverà spontaneo cercare un momen­to di sollievo al caldo dell’estate in un chiesa: e lì gli parlerà il grande crocifisso o il silenzio o la figura del prete che sta là in ginocchio sulla prima panca.
Dopo tanto tempo il ragazzo proverà a mettersi ancora in ginocchio e cercherà di resistere in quella posizione, come in tacita sfida con il prete; e piano piano, mentre lungo la schiena gli sale la fatica, sulle labbra torneranno le parole antiche: “Padre nostro, che .sei nei cieli…
Un giorno, forse, anche l’uomo onesto e buono, reso opaco dall’abitudine e dal rispetto umano, abitua­to a trattenere il pensiero e persino il sentimento sulle cose spicciole e fugaci, si troverà invaso dalla commo­zione. Sarà un canto che lo raggiunge da insospettate lontananze visitando un santuario o piuttosto un volto di Cristo di un artista sconosciuto che era li, in casa del figlio, da chissà quanto tempo e che, finalmente, un giorno trapassa con sguardo inquietante le mura impe­netrabili in cui s’era rinchiuso il desiderio di Dio e ne spreme la commozione e l’esultanza: “Sia santificato il tuo Nome…”.
Un giorno forse, anche la madre afflitta che va in chiesa oramai solo perché al suo bambino malato piac­ciono i canti e le vesti da chierichetto, sentirà la vici­nanza dell’altra Madre afflitta, che sta là sotto la croce. E quando tra le lacrime tornerà a pregare le parole troppo a lungo taciute: “Sia fatta la tua volontà! ~, non sarà per dichiarare una resa al Dio enigmatico che manda le disgrazie, ma sarà un canto di vittoria e di speranza che s’abbandona all’unico, vero, santo Dio che ha dato vita anche al suo Figlio in croce e sa dare gioia e speranza eterna al bambino malato e consola­zione alla sua afflitta madre.
 
7.
IL DONO DELLA SAPIENZA
FRAMMENTI DI VITA QUOTIDIANA
Non capisci niente!
Ti ho sentita gridare l’altra sera a tuo marito: “Non capisci proprio niente! “.
Come è successo che la persona alla quale hai lega­to la vita, l’uomo che in altri momenti ti ha fatto senti­re così importante, così conosciuta e amata, abbia meri­tato – perché certo l’ha proprio meritato, no? – di esse­re così rimproverato?
E’ cresciuta in te l’impressione di una grande soli­tudine: sembra che sia diventato impossibile spiegar­si, sembra che sia ingenuità, ormai, aspettarsi che lui intuisca un tuo desiderio, il bisogno di un segno d’af­fetto. Ti sembra che delle cose veramente importanti non si riesca più a parlare e ti ferisce constatare che lui non s’accorga di quanto ti faccia male quella sua aria superiore: sembra sempre compatirti, t’ascolta distratto, non ha nulla da imparare, mentre parli dà un’occhiata all’orologio e già pensa ad altro… Possibile che non capisca?
Non mi capiscono più
Me l’hai confidato come chi cerca di deporre un peso che lo esaspera: “I miei genitori non mi capiscono proprio! “.
Ti ricordo qualche anno fa, quando ammiravi tuo papà che “sapeva fare tutto”, aveva sempre una risposta per le tue domande da bambino e ti vantavi presso i tuoi amici delle coppe allineate in salotto a ricordare le sue vittorie giovanili. Ricordo come correvi da tua madre per sentire lodare i tuoi disegni o per medicare un graffio guadagnato litigando con tua sorella. Eri certo, allora, che papà e mamma capissero tutto e che potevi andare sicuro incontro alla vita perché potevi contare su di loro.
Ora invece ogni tua richiesta sembra scontentarli, vedono pericoli e sospettano chissà quali malizie nelle cose più normali, ogni telefonata è troppo lunga, ogni nome scarabocchiato sull’agenda è un indagato e, secondo loro, a scuola potresti fare molto di più. Insomma – ti lamenti – non ci si capisce più e non si rie­sce più a parlare di niente, sembra di vivere in mondi differenti.
E ora che cosa faccio?
“Ho dovuto andare in pensione prima del previsto e adesso non so più che cosa fare. Avevo la giornata piena, prima, talora anche frenetica e sognavo il tempo libero per dedicarmi ai miei passatempi preferiti: ora che ho tutto il giorno libero mi trovo spaesato, confu­so, divento suscettibile. Non mi capisco più.
Non per vantarmi, ma nel mio lavoro ero efficiente e competente, nel mio ufficio mi potevo muovere a occhi chiusi, per i più giovani ero un consigliere stima­to e mi piaceva il lavoro ben fatto, senza stupide vante­rie e presunzioni.
E ora eccomi qui, mi aggiro per casa inconcludente e brontolone, per trovarmi a sera inutile e nervoso”.
 
PREGHIERA E RIFLESSIONE
Invoco con voi e per voi lo Spirito Santo perché effon­da il dono della sapienza.
“La sapienza è il dono per il quale ogni cosa è misu­rata, nella sua verità e consistenza, sulla carità di chi ha amato fino alla morte di croce. E’ valutare in base all’a­more e il sapere che spesso il senso ultimo non è rivela­to se non a un cuore che ama. Sapiente è chi si lascia amare da Dio e sa che in questo grembo accogliente del­l’amore eterno è custodita – sia pure nel silenzio – la rispo­sta ultima a tante domande penultime, che alla mente appaiono senza risposta. Sapiente è chi non vuol convin­cere con la sola forza della ragione, ma – pur utilizzando l’intelligenza e amandone l’esercizio – sa che la verità si irradia anzitutto per mezzo della carità” (Tre racconti dello Spirito, 53).
Il dono della sapienza ti raggiunge come una luce nuova di cui si illuminano i volti consueti. E così una sera, mentre torni dal lavoro ti sorprende – forse si dovrebbe dire: ti trafigge – lo stupore di avere una casa, una moglie, dei figli.
La sapienza è quel dono per cui il “sapore” delle cose vere, delle persone care, degli affetti più profondi ti visita, come la luce del mattino: ti rivela il bene che c’è in te, il cammino da compiere e quale sia la fonte inesauribile della speranza.
E ti capita di sentirti stringere il cuore per le occa­sioni perdute, per i gesti, le parole, le dimenticanze maldestre con cui hai fatto soffrire le persone che ami di più.
La sapienza ti suggerisce come chiedere perdono, come regalare di nuovo la gioia.
Il dono della sapienza ti visita come un più adulto sorriso. Consideri i motivi di tante discussioni e sorridi: “Arrabbiarsi tanto per così poco: ne vale la pena?”. Arrivi persino a considerare le cose dal punto di vista dell’altro, per esempio quello della mamma e del papà, o, viceversa, quello del figlio adolescente, e ti rendi conto che non ha poi tutti i torti, che anche tu, forse, al suo posto faresti così.
Il dono della sapienza ti visita come una nuova voca­zione: e mentre già cominciavi a pensare d’essere diven­tato inutile e d’essere stato dimenticato, ti raggiunge un bel giorno la telefonata che ti invita a una presenza, che ti assegna un compito. E la gioia dell’agire si ridesta, il correre delle ore ritrova un ordine. Finalmente la vita ritrova in gesti di carità il suo sapore.
CONCLUSIONE
Non si finirebbe mai di raccontare la vita. E il canto di riconoscenza e di ammirazione per le meraviglie che lo Spirito Santo opera in coloro che accolgono i suoi doni non avrebbe mai termine.
Ma è tempo che questa lettera finisca, perché le altre pagine dovrete scriverle voi. Lo Spirito infatti sof­fia dove vuole: sono certo che in queste feste di Natale, se avrete tempo di leggere queste pagine e di sostare un poco in preghiera, forse anche a partire dagli esempi che ho raccolto dal quotidiano, sentirete che altri fatti della vita, altre domande, altre situazioni attendono doni di Spirito Santo per essere trasfigurati in racconti di santità.
E parlando di santità, non posso non ricordare che il 26 settembre 1897 nasceva a Concesio di Brescia Giovanni Battista Montini, mio venerato predecessore come Arcivescovo di Milano dal 1 ° novembre 1954 al 21 giugno 1963, quando venne eletto papa e prese il nome di Paolo VI. Celebriamo dunque il primo cente­nario della sua nascita e ringraziamo la Provvidenza che ci permette di poterlo fare in quest’Anno Santambrosiano. L’Arcivescovo Montini, il 2 dicembre 1960, scrivendo alle famiglie della Diocesi per il S. Natale, offriva una proposta di preghiere e augurava “pace, gaudio, prosperità, speranza, grazia e benedizio­ne alle case, in cui questo libretto entrerà, e vi sarà custodito e usato”.
Noi siamo certi della intercessione che papa Paolo VI rivolge ancora oggi per la sua Chiesa di Milano e con le sue parole ringraziamo il Signore Gesù per la sua presenza tra noi.
A Natale
Bambino Gesù, crediamo che tu sei il Figlio di Dio eterno, onnipotente, infinito, e con i pastori e gli Angeli ti adoriamo. Tu nascondi la tua divinità in piccole mem­bra; Tu abiti in una povera capanna, ma fai tanto felice chi accorre a te.
Illumina, proteggi, fai serena la nostra famiglia, bene­dici i piccoli doni, che abbiamo offerto e che abbiamo ricevuto, imitando il tuo amore infinito che ha donato te stesso a noi. Fa’ che regni sempre tra noi questo senso di amore che rende più facile la vita e ci fa diventare più buoni.
Dona un buon Natale a tutti, o Bambino Gesù, per­ché tutti si accorgano che oggi sei venuto Tu a portare nel mondo la tua gioia. Amen.
Buon Natale, dunque: il Figlio di Dio che nasce da Maria perché lo Spirito Santo è sceso su di lei e la potenza dell’Altissimo ha steso su di lei la sua ombra, nasca nelle vostre case, nei vostri cuori, nella vostra vita, e voi tutti possiate aggiungere pagine ai racconti dello Spirito.

2.664 Risposte a “LO SPIRITO SANTO IN FAMIGLIA – Carlo Maria Martini”

  1. Salvador Cochrum

    we arrived throughout a nice webpage which you could consider joy in. Take a research if you want

  2. Internet websites price visiting

    listed here are a few one-way links to online websites that we url to considering the fact that we think they can be price visiting

  3. Blogs ou ought to be examining

    Here really is a remarkable Site You can actually Discover important that we Persuade You to observe

  4. Check out this out

    that is the conclusion of this piece of writing. Here you’ll unearth some online sites that we assume you’ll recognize, just simply click the inbound links through

  5. Online websites price checking out

    the following are a few one way links to internet sites that we link to due to the fact we think that they are really worthy of checking out

  6. Gems from the word wide web

    particularly couple of sites that come to pass to become complete down below, from our viewpoint are definitely effectively well worth checking out

  7. Internet sites we imagine you ought to explore

    even though web-sites we backlink to down below are considerably not relevant to ours, we come to feel they may be essentially well worth a endure, so have got a look

  8. Internet websites we suppose you really should check out

    while webpages we backlink to down below are substantially not connected to ours, we experience there’re definitely price a undergo, so have a look

  9. Internet websites we suppose you really should check out

    while webpages we backlink to down below are substantially not connected to ours, we experience there’re definitely price a undergo, so have a look

  10. Cambridgeshire wedding ceremony photographer

    one in all our people a brief when ago encouraged the subsequent web page

  11. Learn was attention-grabbing, keep in contact

    make sure you explore the web-sites we comply with, which includes this a person, while it represents our picks with the internet

  12. Learn was exciting, stay in touch

    be sure to see the web sites we comply with, consisting of this 1, given it signifies our picks from your online

  13. Gems with the world wide web

    rather couple internet sites that occur to become comprehensive down below, from our perspective are definitely effectively definitely worth checking out

  14. Learn was intriguing, keep in touch

    please explore the sites we adopt, among them this an individual, while it represents our picks within the online

  15. Web-sites we Like

    Nearly every one time within a even though we go for blogs that we browse. Detailed beneath are classified as the hottest web-sites that we prefer

  16. Nice webpages

    we came throughout a fantastic web page that you just could get pleasure from. Require a glance if you would like

  17. Web-sites we Like

    Each and every after within a even though we decide weblogs that we browse. Detailed below are classified as the current web pages that we pick out

  18. Gems with the web-based

    very couple of internet sites that happen to generally be in-depth beneath, from our perspective are unquestionably properly truly worth checking out

  19. Intercontinental Site traffic Machine overview

    remember to stop by the world wide web webpages we abide by, similar to this a particular distinct, as it represents our picks from your internet

  20. Gems within the web-based

    especially few internet sites that occur to get detailed underneath, from our point of view are undoubtedly effectively well worth looking at

  21. Swiftest way to melt off belly weight rapidly

    Almost every once within a when we opt for blogs that we learn. Outlined beneath would be the most existing websites that we decide for

  22. Internet sites we imagine you ought to explore

    even though web-sites we backlink to down below are considerably not relevant to ours, we come to feel they may be essentially well worth a endure, so have got a look

  23. Spectacular web site

    enough time to browse or go to the website content or internet sites now we have associated with beneath the

  24. Gems in the online world

    very couple of website pages that happen to be comprehensive underneath, from our viewpoint are definitely effectively really worth looking at

  25. Check out was useful, continue to be in touch

    please head over to the web pages we pursue, as well as this 1, given it signifies our picks through the word wide web

  26. International Site visitors Device look at

    you should stop by the web webpages we comply with, similar to this one specific, since it represents our picks within the word wide web

  27. Gems within the web-based

    pretty several internet sites that come to pass to generally be in depth beneath, from our standpoint are unquestionably clearly definitely worth trying out

  28. Gems with the web

    especially handful of internet websites that take place to become thorough down below, from our viewpoint are undoubtedly nicely truly worth looking at

  29. Quickest technique to burn stomach extra fat rapidly

    Every the moment inside of a whenever we decide for blogs that we go through. Listed beneath will be the most latest websites that we opt for

  30. Webpages we Like

    Just about every after in a very despite the fact that we opt for weblogs that we read. Detailed underneath will be the newest internet sites that we prefer

  31. Test this out

    that is certainly the end of the piece of writing. Below you will unearth some webpages that we believe you’ll value, just click the hyperlinks through

  32. Sites we Like

    Every last one time in a at the same time we pick weblogs that we examine. Listed underneath are classified as the most recent web pages that we pick out

  33. Internet websites we Like

    Almost every after in a very despite the fact that we opt for weblogs that we check out. Detailed below would be the best and newest web pages that we decide on

  34. Check this out

    that’s the finish of the report. Here you’ll unearth some websites that we suppose you are going to enjoy, just click the one way links more than

  35. Internet sites it is advisable to head over to

    beneath you will discover the hyperlink to some webpages that we think that you should stop by

  36. Browse was unique, keep in touch

    make sure you head over to the web sites we observe, like this one particular, because it represents our picks in the web

  37. Amazing web-site

    time to examine or head over to the website content or internet sites now we have related to down below the

  38. Quickest way to burn off stomach excess fat extremely fast

    Any when within a whenever we choose for weblogs that we look over. Detailed beneath will be the most the latest web pages that we decide for

  39. Websites we Like

    Almost every once in a very even while we decide upon blogs that we look over. Detailed below are the most current internet websites that we pick

  40. Online websites we think you might want to see

    while online websites we backlink to beneath are considerably not related to ours, we sense they are literally worth a experience, so use a look

  41. Check out this out

    that is certainly the conclusion of the content. Right here you are going to acquire some sites that we suspect you are going to recognize, just simply click the links above

  42. Go through was captivating, stay in touch

    make sure you head to the websites we abide by, such as this a single, while it signifies our picks through the web

  43. Internet sites we imagine you ought to explore

    even though web-sites we backlink to down below are considerably not relevant to ours, we come to feel they may be essentially well worth a endure, so have got a look

  44. Web sites we think that you should have a look at

    although internet sites we backlink to under are noticeably not linked to ours, we experience they may be definitely worthy of a undergo, so possess a look

  45. Gems through the on line

    highly few online websites that occur to get complete below, from our perspective are undoubtedly nicely definitely worth looking at

  46. Intercontinental Visitors Machine examination

    make sure you check out the internet webpages we comply with, like this a single individual, because it represents our picks in the online

  47. Learn was intriguing, keep in touch

    please explore the sites we adopt, among them this an individual, while it represents our picks within the online

  48. Swiftest process to melt away belly unwanted fat fast

    Every as soon as within a once we opt for weblogs that we study. Detailed underneath are classified as the most active web pages that we opt for

  49. Gems within the world wide web

    extremely couple of online websites that materialize for being precise down below, from our point of view are definitely well definitely worth looking at

  50. Examine was exciting, stay in contact

    be sure to head over to the sites we follow, together with this a particular, since it signifies our picks through the online

  51. Excellent online site

    enough time to browse or check out the written content or internet websites we have connected to underneath the

  52. Web-sites we feel you might want to head over to

    however web-sites we backlink to under are significantly not related to ours, we feel they may be basically worthy of a experience, so have a look

  53. Swiftest option to burn off stomach fats fast

    Nearly every once within a whenever we opt for blogs that we look at. Detailed underneath are the most recent websites that we opt for

  54. Gems sort cyberspace

    especially few web pages that materialize to become detailed under, from our point of view are unquestionably very well worth trying out

  55. Gems type the online market place

    highly very few internet websites that come to pass to generally be precise down below, from our viewpoint are certainly perfectly really worth looking at

  56. Check out was intriguing, remain in touch

    please stop by the sites we carry out, among them this an individual, due to the fact it represents our picks in the web

  57. Gems through the on line

    highly few online websites that occur to get complete below, from our perspective are undoubtedly nicely definitely worth looking at

  58. International Site visitors Device look at

    you should stop by the web webpages we comply with, similar to this one specific, since it represents our picks within the word wide web

  59. Gems type the world wide web

    especially couple internet websites that take place to get detailed below, from our standpoint are without doubt properly value trying out

  60. Internet sites really worth going to

    the following are a few one-way links to websites that we link to since we consider they may be really worth visiting

  61. Brilliant internet site

    some time to go through or explore the subject matter or web sites we have now connected to down below the

  62. Intercontinental Targeted visitors Machine assessment

    be sure to check out the world wide web webpages we comply with, like this a person specified, because it represents our picks from your world-wide-web

  63. Online websites we think you might want to see

    while online websites we backlink to beneath are considerably not related to ours, we sense they are literally worth a experience, so use a look

  64. Internet sites you should see

    down below you will find the hyperlink to some web-sites that we believe it is advisable to take a look at

  65. International Customers Machine overview

    be sure to head to the internet pages we follow, like this an individual precise, due to the fact it signifies our picks in the net

  66. Gems variety the internet

    incredibly very few web sites that happen to be comprehensive under, from our standpoint are definitely properly really worth looking at

  67. Read through was captivating, remain in touch

    make sure you head to the web pages we pursue, which includes this just one, since it signifies our picks from your world wide web

  68. Gems within the web

    very several website pages that come about for being detailed below, from our viewpoint are definitely clearly really worth checking out

  69. Online websites really worth checking out

    listed here are a few backlinks to internet sites that we website link to because we consider these are really worth visiting

  70. Swiftest option to burn off stomach fats fast

    Nearly every once within a whenever we opt for blogs that we look at. Detailed underneath are the most recent websites that we opt for

  71. Check this out

    that’s the finish of the report. Here you’ll unearth some websites that we suppose you are going to enjoy, just click the one way links more than

  72. Examine was captivating, stay in touch

    make sure you pay a visit to the web pages we go along with, including this a single, due to the fact it signifies our picks from your world-wide-web

  73. Gems in the online world

    very couple of website pages that happen to be comprehensive underneath, from our viewpoint are definitely effectively really worth looking at

  74. Magnificent blog

    The information stated within the submit certainly are a couple of belonging to the highly very best readily available

  75. Wonderful web sites

    we arrived across a awesome resource site that you just may delight in. Consider a glance if you would like

  76. Check this out

    that’s the finish of the report. Here you’ll unearth some websites that we suppose you are going to enjoy, just click the one way links more than

  77. Online websites price checking out

    the following are a few one way links to internet sites that we link to due to the fact we think that they are really worthy of checking out

  78. Read through was captivating, remain in touch

    make sure you head to the web pages we pursue, which includes this just one, since it signifies our picks from your world wide web

  79. Swiftest tactic to burn up stomach unwanted fat fast

    Every once within a whenever we decide for blogs that we read through. Outlined underneath are the most present-day web pages that we decide for

  80. Hi PK it’s Okay it can be around 50deg, really feel
    the temperature right after making use of it for six
    to 8hrs if it really is warm (check the temp with IR thermometer right after switching off) if it is inside of 50deg it really Okay
    it is possible to go ahead.

  81. Internet sites we Like

    Any once in the at the same time we decide on blogs that we study. Detailed under are classified as the most popular online sites that we choose

  82. Online websites really worth checking out

    listed here are a few backlinks to internet sites that we website link to because we consider these are really worth visiting

  83. Quickest technique to burn stomach extra fat rapidly

    Every the moment inside of a whenever we decide for blogs that we go through. Listed beneath will be the most latest websites that we opt for

  84. World Site traffic Machine evaluate

    be sure to go to the net pages we follow, such as this 1 selected, because it signifies our picks from your internet

  85. Look over was remarkable, continue to be in contact

    remember to take a look at the websites we abide by, as well as this a person, because it signifies our picks within the internet

  86. Intercontinental Targeted visitors Machine assessment

    be sure to check out the world wide web webpages we comply with, like this a person specified, because it represents our picks from your world-wide-web

  87. Internet sites we imagine you ought to explore

    even though web-sites we backlink to down below are considerably not relevant to ours, we come to feel they may be essentially well worth a endure, so have got a look

  88. Online websites we consider you’ll want to see

    though sites we backlink to underneath are substantially not linked to ours, we think they can be genuinely well worth a undergo, so have got a look

  89. Read through was captivating, remain in touch

    make sure you head to the web pages we pursue, which includes this just one, since it signifies our picks from your world wide web

  90. Swiftest option to melt off stomach excessive fat rapid

    Every single as soon as within a whenever we decide for blogs that we check out. Outlined beneath would be the most the latest websites that we decide for

  91. Gems through the on line

    highly few online websites that occur to get complete below, from our perspective are undoubtedly nicely definitely worth looking at

  92. Gems sort cyberspace

    especially few web pages that materialize to become detailed under, from our point of view are unquestionably very well worth trying out

  93. Salvador Cochrum

    we came throughout a great web site which you can require satisfaction in. Get a look for while you want

  94. Websites well worth checking out

    the following are some inbound links to web sites that we website link to because we assume they can be worth visiting

  95. Internet websites price visiting

    listed here are a few one-way links to online websites that we url to considering the fact that we think they can be price visiting

  96. Web sites you really should see

    underneath you are going to discover the backlink to some internet sites that we believe you’ll want to have a look at

  97. Read through was captivating, remain in touch

    make sure you head to the web pages we pursue, which includes this just one, since it signifies our picks from your world wide web

  98. Read through was captivating, remain in touch

    make sure you head to the web pages we pursue, which includes this just one, since it signifies our picks from your world wide web

  99. Speediest strategy to melt away stomach fat rapidly

    Each individual when inside of a when we decide for blogs that we examine. Listed underneath will be the most up-to-date websites that we choose for

  100. Weblogs ou have to be looking at

    Here may be a unique Blog page You might Find effective that we Persuade You to discover

  101. World wide Website visitors Machine analysis

    make sure you have a look at the internet pages we abide by, such as this 1 explicit, due to the fact it signifies our picks with the net

  102. Intercontinental Visitors Machine examination

    make sure you check out the internet webpages we comply with, like this a single individual, because it represents our picks in the online

  103. Swiftest option to melt off stomach excessive fat rapid

    Every single as soon as within a whenever we decide for blogs that we check out. Outlined beneath would be the most the latest websites that we decide for

  104. Trendy online websites

    we arrived throughout a awesome web-site that you simply might possibly enjoy. Get a look if you need

  105. World-wide Site visitors Machine critique

    please pay a visit to the world wide web webpages we follow, similar to this a single individual, because it represents our picks from your website

  106. International Site visitors Device look at

    you should stop by the web webpages we comply with, similar to this one specific, since it represents our picks within the word wide web

  107. Remarkable story. Hope he continues to generate dogs’ lives much better.
    Quite a connection he seems to get with them.

  108. Swiftest way to melt off belly weight rapidly

    Almost every once within a when we opt for blogs that we learn. Outlined beneath would be the most existing websites that we decide for

  109. World wide Website visitors Machine analysis

    make sure you have a look at the internet pages we abide by, such as this 1 explicit, due to the fact it signifies our picks with the net

  110. Web-sites we feel you might want to head over to

    however web-sites we backlink to under are significantly not related to ours, we feel they may be basically worthy of a experience, so have a look

  111. Gems through the online world…

    really handful of web sites that take place to become in depth under, from our point of view are definitely properly well worth looking at…

  112. Blogs ou may want to be reading…

    The following really is a captivating Website You can actually Locate invaluable that we Really encourage You to observe…

  113. Fastest technique to burn off belly body fat swiftly…

    Just about every once inside a when we choose for blogs that we learn. Listed underneath would be the most current web pages that we decide for…

  114. Webpages we Like…

    Each and every when in a whilst we select blogs that we read. Outlined under are classified as the hottest internet sites that we decide upon…

  115. Take a look at this out…

    that’s the conclusion of this post. The following you will obtain some online sites that we presume you will recognize, just click on the links above…

  116. Gems with the net…

    incredibly few webpages that come about to generally be comprehensive under, from our standpoint are definitely properly price looking at…

  117. Investigate this out…

    that may be the conclusion of the content. The following you are going to discover some online sites that we believe you will enjoy, just click on the links more than…

  118. Examine was intriguing, continue to be in touch…

    make sure you explore the web pages we go along with, together with this one particular, given it represents our picks through the internet…

  119. Trendy online websites…

    we came throughout a amazing resource site which you can have fun with. Acquire a look if you need…

  120. Worldwide Site traffic Machine assessment…

    be sure to pay a visit to the internet pages we stick to, such as this a single certain, because it signifies our picks from the internet…

  121. Fantastic sites…

    we came throughout a interesting resource site which you will probably take pleasure in. Require a glance if you would like…

  122. Sites we believe that you should head over to…

    although online websites we backlink to down below are significantly not associated to ours, we truly feel they can be genuinely definitely worth a experience, so possess a look…

  123. Awesome internet sites…

    we came throughout a interesting web site which you could savor. Require a glance in order for you…

  124. Read through was appealing, stay in touch…

    make sure you visit the online websites we follow, which includes this a person, given it signifies our picks from your web…

  125. Take a look at this out…

    that’s the conclusion of this post. The following you will obtain some online sites that we presume you will recognize, just click on the links above…

  126. Gems with the net…

    incredibly few webpages that come about to generally be comprehensive under, from our standpoint are definitely properly price looking at…

  127. Take a look at this out…

    that’s the conclusion of this post. The following you will obtain some online sites that we presume you will recognize, just click on the links above…

  128. Sites we think it’s best to check out…

    although internet sites we backlink to beneath are significantly not relevant to ours, we truly feel they really are definitely truly worth a go through, so possess a look…

  129. Online websites you should take a look at…

    beneath you will find the hyperlink to some sites that we imagine it’s best to pay a visit to…

  130. Test this out…

    which is the end of the content. Right here you will get some sites that we imagine you are going to take pleasure in, just just click the back links around…

  131. Amazing websites…

    we came throughout a fascinating website that you simply could have fun with. Take a look if you want…

  132. Web sites you really should see…

    underneath you are going to discover the backlink to some internet sites that we believe you’ll want to have a look at…

  133. Internet websites really worth browsing…

    listed here are a few back links to internet websites that we url to for the reason that we feel these are well worth visiting…

  134. Study was remarkable, keep in touch…

    please explore the webpages we follow, like this one, given it represents our picks through the online…

  135. International Traffic Device report…

    be sure to stop by the net pages we follow, like this a person precise, due to the fact it represents our picks within the word wide web…

  136. Check this out…

    that’s the finish of the report. Here you’ll unearth some websites that we suppose you are going to enjoy, just click the one way links more than…

  137. Browse was attention-grabbing, continue to be in contact…

    make sure you explore the online sites we abide by, for example this 1, because it signifies our picks with the web…

  138. Intercontinental Visitors Machine examination…

    make sure you check out the internet webpages we comply with, like this a single individual, because it represents our picks in the online…

  139. Gems type the web…

    especially very few website pages that come about to become comprehensive under, from our viewpoint are certainly well well worth trying out…

  140. Gems type the web…

    very couple of web-sites that occur to generally be in depth beneath, from our perspective are undoubtedly very well worthy of checking out…

  141. Take a look at this out…

    that’s the conclusion of this post. The following you will obtain some online sites that we presume you will recognize, just click on the links above…

  142. Gems from your net…

    especially few online websites that take place for being in-depth beneath, from our viewpoint are undoubtedly perfectly definitely worth looking at…

  143. Gems through the on line…

    highly few online websites that occur to get complete below, from our perspective are undoubtedly nicely definitely worth looking at…

  144. Test this out…

    that is certainly the end of the piece of writing. Below you will unearth some webpages that we believe you’ll value, just click the hyperlinks through…

  145. Websites make sure you stop by…

    down below you are going to discover the url to some internet sites that we believe that you need to head to…

  146. Read was captivating, stay in touch…

    please head over to the internet websites we use, including this a particular, since it signifies our picks through the web site…

  147. Check out this out…

    that is the conclusion of this piece of writing. Right here you will acquire some web pages that we think you are going to enjoy, just just click the inbound links above…

  148. Internet sites it is advisable to head over to…

    beneath you will discover the hyperlink to some webpages that we think that you should stop by…

  149. Amazing website…

    consistently a big admirer of linking to bloggers that I like but do not get yourself a number of backlink adore from…

  150. Gems with the word wide web…

    highly handful of websites that come about to generally be in depth under, from our point of view are definitely well worthy of checking out…

  151. Fastest technique to burn up belly body fat fast…

    Nearly every the moment inside of a after we opt for weblogs that we study. Outlined underneath are classified as the most active web pages that we choose for…

  152. World wide Website visitors Machine analysis…

    make sure you have a look at the internet pages we abide by, such as this 1 explicit, due to the fact it signifies our picks with the net…