Crea sito

QUEL DIROMPENTE TACERE DI DIO – Angelo Nocent

silenzio di Dio

QUEL DIROMPENTE TACERE DI DIO

 

L’ INCOMUNICABILITA’ COME DRAMMA DELLA PAROLA

Tempi d’inflazione economica ma più tragicamente d’inflazione verbale. La frammentazione del vivere rende faticosa l’esistenza della gente.

L’estenuante quotidiano violento logorio più che facilitare l’ascolto promuove laicismo, indifferentismo ed agnosticismo.

Se le inquietudini sono sintomo di sete, occorre adoperarsi perché risuoni ancora l’Annuncio e si moltiplichino oasi di Silenzio ristoratore.

Benedetto XVI nella citazione di sant’Agostino: “Ho bussato alla porta della Parola per trovare finalmente quanto il Signore mi vuol dire”.

Shalðm!

Le parole nei secoli ci hanno talmente ingannato che, pur in un clima di vasta inflazione verbale, per un naturale meccanismo di difesa, il più delle volte esse ci sfiorano appena. Poi rimbalzano nella discarica che, in un circolo vizioso, le rimetterà in circolazione. Quando inizio a scrivere sulla famiglia il timore dell’inadeguatezza ad affrontare un tema così impegnativo si accentua. Il rischio che temo è di banalizzare i temi infarcendoli di luoghi comuni e prosa pedante. Non si tratta di sviluppare argomenti destinati a un manuale ma di coinvolgere l’anima del destinatario, senza disorientare o indisporre chi ha la bontà di soffermarsi a leggere… Trovo salutare pertanto l’invocazione allo Spirito perché mi ottenga il dono che è nelle parole di Gesù: “Ti ringrazio, Padre, se vorrai usarmi per far conoscere a gente povera e semplice quelle cose che hai tenuto nascoste ai sapienti e agli intelligenti”.

Dovendo parlare di famiglia, mi viene spontaneo chiedermi se devo seguire la logica del cuore, ossia dello stato emotivo del momento o la successione logica dei fatti, a partire da Adamo ed Eva…per arrivare all’ultimo neonato, sia esso un bimbo o il nuovissimo documento della Conferenza Episcopale sull’argomento. Fino ad ora è prevalsa la prima. Poi si vedrà. San Tommaso D’Aquino diceva che il vero maestro non è quello che risponde a tutte le domande, vero maestro non è colui che cerca di rassicurarti con argomenti probanti ma è quello che ti accende il desiderio della ricerca e ti lascia solo a ricercare la risposta. Vorrei che queste pagine restassero abitate dal silenzio; o almeno che provassero a starsene sempre in punta di piedi sulla soglia del silenzio.

Per evitarmi rischi ed imboscate, mi propongo solitamente due cose: • primo: immaginare di parlare ad un interlocutore reale. Non vedo soggetti migliori dei miei figli Paolo ed Elena, che, poveretti, hanno dovuto subire il mio empirico metodo educativo, ma anche fortunatissimi – ormai vaccinati – per non aver subito che rarissime lezioni teoriche di etica comportamentale; • secondo: formulare pensieri nutriti di Sacra Scrittura, possibilmente corredati di qualche buona riflessione teologica, senza perdere di vista la realtà del vivere nell’oggi, che accetto per quello che è, senza alcuna pretesa di forzarne i tempi di maturazione.

Potrà sembrare ovvio. Ma la speranza di non nuocere almeno, se non si può giovare appieno, mi sembra il minimo dovuto. Chiedo venia, pertanto, una volta per tutte, per le promesse che non saprò mantenere e per le speranze che dovessi infrangere. Ognuno potrà sempre contare sulla sua innata capacità di “rifarsi”.


* * *

Ho iniziato questo percorso tirando in ballo Albino Luciani e lo farò anche questa volta facendo ricorso a una piccola reminiscenza. Il futuro Giovanni Paolo primo l’ho incontrato una sola volta nella mia vita. Lui era vescovo di Vittorio Veneto ed io un giovanotto di vent’anni pieno di grandi ideali. Ho potuto avvicinarlo, stringergli la mano, baciare l’anello episcopale, osservare la sua mimica da vicino ed ascoltare dalla sua bocca il commento alla parabola del “Buon Samaritano” nella chiesetta della Villa Ca’ Cornaro, in quel di Romano d’Ezzelino (VI). Indossava una preziosa pianeta in raso bianco ricamata in oro, di classico stampo barocco, riservata alle festività. Anche la mitria gemmata ed il pastorale erano in stile. Non ricordo l’anno ma era un otto marzo, festa liturgica di San Giovanni di Dio. Di quel commento al Vangelo mi è rimasta nell’orecchio solo la cadenza veneta del Prelato e negl’occhi la sua gestualità ed il sorriso. Mai avrei potuto scommettere che un giorno sarebbe diventato papa e nemmeno avrei puntato un centesimo su chi lo avesse pronosticato anche solo Patriarca di Venezia. Devo ammettere che ho vissuto quell’“Habemus Papam” come una delusione. Ma è bastato quell’io al posto del “noi”, qualche gesto, qualche espressione del tipo “Dio è madre”, peraltro presa in prestito da Isaia, quel fare le domande ai chierichetti da parroco del mondo…a farmi di opposta opinione, tanto che sono ancora qui a parlarne. Non ricordo una sola parola del commento alla parabola evangelica. In compenso, quella pagina si è così impressa nella mia carne che la trovo perfino inseparabile da qualsiasi altro argomento della vita, giacche, da ovunque si provenga od ovunque si vada, quasi percorso obbligato, ci si ritrova tutti sulla Gerusalemme-Gerico, quale crocevia del mondo. Ho raccontato l’ incontro perché appartiene a quelle esperienze della vita che vanno sotto il nome di Parola di Dio. In seguito sarà molto più evidente la ragione di tale rievocazione. La difficoltà dell’ascolto in una vita frammentata Le persone che non hanno un rapporto con la comunità cristiana, specie nei grandi agglomerati urbani, sono davvero tante e per motivi diversi. Non è questa la sede per l’analisi che ogni tanto va ripetuta perché le spiegazioni possono essere mutevoli. Ciò che emerge dai dati un denominatore comune: le persone, giovani in testa, non sono nella condizione di saper ascoltare la Parola. Se le inquietudini sono sintomo di sete, occorre adoperarsi perché risuoni ancora l’Annuncio. La finalità del sito è proprio questa.

Sui frequentatori abituali della Comunità incombe un rischio: • di abituarsi ai grandi doni cristiani; • di trattarli in modo possessivo; • di mortificarne l’efficacia operativa.

Vorrei far notare che molte pagine della Bibbia ci presentano dei forestieri, dei pagani, degli esclusi, che diventano i destinatari privilegiati della Parola di Dio. Questi non vivono sempre sull’altra sponda del fiume ma possono proprio circolare per casa. Strano a dirsi, la famiglia è tra gli ambienti di più

difficile penetrazione della Parola di Dio e persino di quelle parole umane che inducono al senso profondo della vita.
Tutti ci rendiamo conto che la famiglia andrebbe aiutata a ritrovare il gusto e la responsabilità dei valori perduti. Ma come si può fare? Cominciando col credere che la Parola può stimolare la famiglia a inventare una socialità nuova e cercando di superare le aggregazioni istintive e discriminanti fondate sulla comune estrazione sociale e culturale. E’ innegabile che c’è un prezzo di tempo e di fatica da pagare.

Sì, però Dio tace. Ha senso il silenzio di Dio?

Per il fatto stesso che la Bibbia esiste ne ricavo la prova eloquente che generazioni e generazioni di uomini hanno creduto di poter cogliere una parola che veniva da Dio. Tuttavia, a partire dalla nostra stessa esperienza, siamo colpiti ogni giorno dal silenzio di Dio. Egli tace, non interviene, non difende, non chiarifica…E noi continuiamo a chiederci, credenti o agnostici, il perché o il senso di questo silenzio. Per la verità, nella stessa Scrittura c’è la testimonianza sofferta di chi sente Dio lontano: • “Io grido a te, o Dio, e tu non mi rispondi, mi presento a te e non mi dai retta.” (Giobbe 30,20) • “Dio, esci dal tuo silenzio, non rimanere muto e inattivo!” (sal. 83,2 • “Mio Dio, mio vanto, non restare in silenzio!” (sal. 89,1)

E’ necessario allora chiedersi:

• Come parla Dio?

• Perché parla?

• E noi uomini che atteggiamento dobbiamo assumere di fronte a questa parola?

1. Come parla Dio

A mettere ordine nella nostra mentalità ci pensa il profeta Isaia:

“8 Dice il Signore: “I miei pensieri non sono come i vostri e le mie azioni sono diverse dalle vostre. 9 I miei pensieri e i vostri, il mio modo di agire e il vostro sono distanti tra loro come il cielo è lontano dalla terra. 10 La mia parola è come la pioggia e la neve che cadono dal cielo e non tornano indietro

senza avere irrigato la terra e senza averla resa fertile. Fanno germogliare il grano, procurano i semi e il cibo.
11Così è anche della parola che esce dalla mia bocca: non ritorna a me senza produrre effetto, senza realizzare quel che voglio e senza raggiungere lo scopo per il quale l’ho mandata”.” (Is 55 9-11)

Qui troviamo una prima risposta: Dio non parla con delle parole, con delle frasi, ma si manifesta attraverso degli avvenimenti. Per questo viene detto che la Parola è come l’acqua, la neve. Il Secondo Testamento dirà che è come un seme: sono cioè cose che accadono… Dio si fa presente, si fa vedere attraverso i “momenti” più importanti della nostra storia e della storia che ci circonda. Capisco il Dio della Bibbia nella misura in cui accetto questo dato. Ecco spiegata la menzione di Albino Luciani, un esempio per tutti degli incalcolabili accadimenti di cui ognuno è protagonista. I giorni, i mesi, gl’anni, il tempo, sono usati da Dio per farci fare l’esperienza di Lui attraverso gli avvenimenti. In questo lungo e lento processo di mutazione si è formulata e scritta la nostra esperienza e sono state riconosciute le tracce, le orme di Dio.

E’ attraverso tale procedimento che lo Spirito ha ispirato la Scrittura. Quando s’è detto che la Parola “ha messo su famiglia”, si voleva esprimere con una battuta il lento entrare di Dio nella storia dell’uomo. Ma il processo non si ferma qui: Dio (la Parola di Dio che è nell’avvenimento) intende agire. Quindi, dire Dio è dire azione. E, dal momento che il Signore “può”, è Onnipotente, è azione efficace, vuole portare tutti a maturazione l’albero che ha piantato, desidera che fruttifichi, vuole cioè “cambiare” le cose. Il Suo messaggio dunque è • efficace, • opera, • chiama. • E la Parola che è stata accolta non lascia le persone come le ha trovate.

La Lettera agli Ebrei, contenuta nel Secondo Testamento, allarga ulteriormente la nostra comprensione del Dio che parla:

“1 Nei tempi passati Dio parlò molte volte e in molti modi ai nostri padri, per mezzo dei profeti. 2 Ora invece, in questi tempi che sono gli ultimi, ha parlato a noi, per mezzo del Figlio. Per mezzo di lui Dio ha creato l’universo, e ora lo ha stabilito come Signore di tutte le cose. 3 Egli è lo specchio della gloria di Dio, l’immagine perfetta di ciò che Dio è. La sua parola potente sostiene tutto l’universo. Ora, dopo aver purificato gli uomini dai loro peccati, il Figlio è salito nei cieli e ha il suo posto accanto a Dio.” (Ebrei 1, 1-3)

Ogni parola del testo biblico è densa di significato ed ha il suo peso che va considerato: • “Dio ha parlato a noi”. E’ evidente l’esplicita iniziativa di Dio, Ha voluto farsi conoscere, comunicare con l’uomo. (Ecco perché la nostra, più che una religione è una rivelazione). • “Molte volte e in molti modi”. In questa espressione sono racchiusi tutti gli avvenimenti, le parole, i sogni, le visioni, le azioni simboliche di cui la Scrittura è piena. Attraverso questo modo di comunicare Dio è sempre attuale, in sintonia con i nostri tempi evolutivi. • “Nei tempi passati, ai nostri padri”. La Parola di Dio ha un passato…c’è una continuità, un divenire… • “Ora invece, in questi tempi che sono gl’ultimi”. C’è la coscienza che i giorni che viviamo sono i nostri. Epperò sono illuminati da un Fatto, da Qualcuno che è il Cristo. • “A noi”. La chiamata all’ascolto è individuale, come individuale è la risposta che scaturisce da una presa di posizione di noi, con noi stessi. • “Per mezzo del Figlio”. Le parole dei profeti del Primo Testamento sono sfociate nella parola definitiva: il Cristo. Se Dio, dunque, ha parlato con gli avvenimenti, perfino attraverso la stessa esperienza umana, l’aver parlato con il Figlio, non solo ci lascia stupiti ma anche curiosamente investiganti: perché? Quali sono le Sue intenzioni?

2. Perché Dio parla?

La Dei Verbum, il documento del Concilio sulla Bibbia, inizia con una citazione dei seguenti versetti della prima lettera di Giovanni:

“La Parola che dà la vita esisteva fin dal principio: noi l’abbiamo udita, l’abbiamo vista con i nostri occhi, l’abbiamo contemplata, l’abbiamo toccata con le nostre mani. 2 La vita si è manifestata e noi l’abbiamo veduta. Siamo i suoi testimoni e perciò ve ne parliamo. Vi annunziamo la vita eterna che era accanto a Dio Padre, e che il Padre ci ha fatto conoscere. 3Perciò parliamo anche a voi di ciò che abbiamo visto e udito; così sarete uniti a noi nella comunione che abbiamo con il Padre e con Gesù Cristo suo Figlio. 4Vi scriviamo tutto questo, perché la nostra gioia sia perfetta.” (1 Gv 1,1-4) • Il Cristo è chiamato la “Parola”, il “Verbo” del Padre. • Poi si parla di “vita eterna” e di “comunione”. • La deduzione è che Dio ha parlato perché noi conoscessimo il Cristo e potessimo vivere con Lui ed in Lui. • La vita eterna non è il paradiso, ma Cristo stesso, dono del Padre, affinché viviamo a Sua somiglianza. • Dio ha parlato nella prospettiva di offrirci la possibilità di diventare Cristo. • Deduzione logica: Dio no ha parlato per comunicare verità, idee, discorsi eruditi ed istruttivi, non ci è stato rivelato un libro ma una persona, come per gli apostoli che hanno visto, toccato, contemplato, anche per noi c’è la possibilità di dare un senso alla vita, alle storie individuai, per mezzo della comunione con Cristo. Le affermazioni sono schematiche e andranno sviluppate. Per il momento basti tener

presente che tutta la Scrittura è in vista del Cristo.

3. L’uomo

Se Dio parla e continua a parlare, la domanda spontanea è: che cosa mi chiede?
• Osservando il popolo ebraico ci rendiamo conto che ha scoperto a poco a poco di essere chiamato a stare in ascolto. Nel Primo estamento c’è un ritornello ricorrente lungo i secoli ed è carico di una forza persuasiva:” Shemà Israel, Adonai elohenu, Adonai ehad. “Ascolta Israele, ascolta il Signore tuo Dio. Il Signore è uno” . • Quella d’Israele è una vocazione, ossia una chiamata. Questo popolo non può vivere senza fare riferimento alla Parola. • Il suo ascoltare ha il significato di aderire totalmente. Ma è possibile farlo ciecamente? • Così ha origine l’atto di fede: via via nasce una presa di coscienza che la Parola è salvezza, è verità, è liberazione… • Il rifiuto, la chiusura di fronte alla Parola è recepito come peccato.

Alcuni testi del Secondo Testamento, di Paolo in particolare, permettono di cogliere l’atteggiamento della prima Chiesa nei confronti della Parola: “Anche per questo ringrazio Dio continuamente: perché, quando noi vi abbiamo annunziato la parola di Dio, voi l’avete accolta e non l’avete considerata come semplice parola umana, ma proprio come parola di Dio. Essa è veramente tale, e agisce in voi che credete!” ( 1Tess. 2,13) Con queste poche righe che rappresentano il primo scritto del Secondo Testamento su questo tema, Paolo chiede ai credenti di Tessalonicco una totale adesione: egli è per primo cosciente di offrire una parola che è Parola di Dio e ne ricava anche il senso che deve avere: va ascoltata più di ogni altra parola umana.

Alla chiesa che è in Corinto , Paolo spiega qual’è stato il suo Comportamento personale di fronte alla Parola:

• una tensione costante per superarsi; • tutto ripensare secondi Dio:

“1Quando sono venuto tra voi, fratelli, per farvi conoscere il messaggio di Dio, l’ho fatto con semplicità, senza sfoggio di parole piene di sapienza umana. 2Avevo infatti deciso di non insegnarvi altro che Cristo, e Cristo crocifisso. 3Mi presentai a voi debole, pieno di timore e di preoccupazione. 4Vi ho predicato e insegnato senza abili discorsi di sapienza umana. Era la forza dello Spirito a

convincervi. 5Così la vostra fede non è fondata sulla sapienza umana, ma sulla potenza di Dio.” (1 Cor 2, 1-5)

Egli percepiva i limiti della sapienza umana, si rendeva conto che l’arte del parlare poteva anche diventare un ostacolo alla potenza dello Spirito, alla Sua azione nel credente. Perciò sente il bisogno di chiedere come priorità assoluta un ascolto umile e silenzioso. Ognuno è in grado di rapportarsi a questo insegnamento per le necessarie correzioni di rotta. La nostra “Domestica Ecclesia” viaggia sul medesimo binario. Ogni deviazione, ogni inflazione verbale, non possono che rallentare la corsa e rendere estenuante il viaggio.

4. Conclusione • La Parola di Dio mi giunge sempre in parole umane. Sono le parole di ogni giorno che si esprimono anche nei piccoli o grandi avvenimenti. • La Parola può essere raccolta a condizione che vi sia una disponibilità interiore. • L’uomo biblico di tutti i tempi vive questa tensione a volte in modo sereno e pacato, a volte invece in maniera sofferta e drammatica. • Per acquisire il senso della presenza di Dio devo mettermi in atteggiamento di ascolto, con la consapevolezza che Egli parla in molti modi e forme diverse ma per un progetto che mi chiede di condividere.

La mia risposta è nell’essere schiena a Sua disposizione. • Ho coscienza che la Parola totale, completa, definitiva è il Cristo. L’interesse di chi ha già trovato o di colui che è in ricerca, deve essere rivolto a Lui, perché Lui è il ricercato e l’annunciato. • Io di fronte alla Parola sono chiamato all’obbedienza. Se uso la forbice per accorciarla, ridimensionarla, adattarla al mio punto di vista, non faccio che assecondare quelle resistenze che sgorgano dalle zone inquinate del cuore. Da memorizzare: “E’ cattiva disposizione ascoltare la Parola di Dio con spirito critico” (Josemaria Escrivà , Cammino, 945)

Sono certo di fare cosa gradita integrare l’esposto con una sintesi magistrale che viene da un illustre professore. Nell’incontro del Santo Padre con i giovani della Diocesi di Roma in preparazione alla XXI giornata mondiale della gioventù, Benedetto XVI si è sentito rivolgere da un giovane questa domanda:

Santità, sono Simone, della Parrocchia di San Bartolomeo, ho 21 anni e studio ingegneria chimica all’Università «La Sapienza» di Roma. Innanzitutto ancora grazie per averci indirizzato il Messaggio

convincervi. 5Così la vostra fede non è fondata sulla sapienza umana, ma sulla potenza di Dio.” (1 Cor 2, 1-5)

Egli percepiva i limiti della sapienza umana, si rendeva conto che l’arte del parlare poteva anche diventare un ostacolo alla potenza dello Spirito, alla Sua azione nel credente. Perciò sente il bisogno di chiedere come priorità assoluta un ascolto umile e silenzioso. Ognuno è in grado di rapportarsi a questo insegnamento per le necessarie correzioni di rotta. La nostra “Domestica Ecclesia” viaggia sul medesimo binario. Ogni deviazione, ogni inflazione verbale, non possono che rallentare la corsa e rendere estenuante il viaggio.

4. Conclusione

• La Parola di Dio mi giunge sempre in parole umane. Sono le parole di ogni giorno che si esprimono anche nei piccoli o grandi avvenimenti. • La Parola può essere raccolta a condizione che vi sia una disponibilità interiore. • L’uomo biblico di tutti i tempi vive questa tensione a volte in modo sereno e pacato, a volte invece in maniera sofferta e drammatica. • Per acquisire il senso della presenza di Dio devo mettermi in atteggiamento di ascolto, con la consapevolezza che Egli parla in molti modi e forme diverse ma per un progetto che mi chiede di condividere.

La mia risposta è nell’essere schiena a Sua disposizione. • Ho coscienza che la Parola totale, completa, definitiva è il Cristo. L’interesse di chi ha già trovato o di colui che è in ricerca, deve essere rivolto a Lui, perché Lui è il ricercato e l’annunciato. • Io di fronte alla Parola sono chiamato all’obbedienza. Se uso la forbice per accorciarla, ridimensionarla, adattarla al mio punto di vista, non faccio che assecondare quelle resistenze che sgorgano dalle zone inquinate del cuore. Da memorizzare: “E’ cattiva disposizione ascoltare la Parola di Dio con spirito critico” (Josemaria Escrivà , Cammino, 945)

Sono certo di fare cosa gradita integrare l’esposto con una sintesi magistrale che viene da un illustre professore. Nell’incontro del Santo Padre con i giovani della Diocesi di Roma in preparazione alla XXI giornata mondiale della gioventù, Benedetto XVI si è sentito rivolgere da un giovane questa domanda:

Santità, sono Simone, della Parrocchia di San Bartolomeo, ho 21 anni e studio ingegneria chimica all’Università «La Sapienza» di Roma. Innanzitutto ancora grazie per averci indirizzato il Messaggio

per la XXI Giornata Mondiale della Gioventù sul tema della Parola di Dio che illumina i passi della vita dell’uomo. Davanti alle ansie, alle incertezze per il futuro, e anche quando mi trovo semplicemente alle prese con la routine del quotidiano, anch’io sento il bisogno di nutrirmi della Parola di Dio e di conoscere meglio Cristo, così da trovare risposte alle mie domande. Mi chiedo spesso cosa farebbe Gesù se fosse al posto mio in una determinata situazione, ma non sempre riesco a capire ciò che la Bibbia mi dice. Inoltre so che i libri della Bibbia sono stati scritti da uomini diversi, in epoche diverse e tutte molto lontane da me. Come posso riconoscere che quanto leggo è comunque Parola di Dio che interpella la mia vita? Grazie.

Riporto in forma schematica e con sottolineature la risposta del Papa:

  • “Rispondo sottolineando intanto un primo punto: si deve innanzitutto dire che occorre leggere la Sacra Scrittura non come un qualunque libro storico, come leggiamo, ad esempio, Omero, Ovidio, Orazio; occorre leggerla realmente come Parola di Dio, ponendosi cioè in colloquio con Dio. Si deve inizialmente pregare, parlare con il Signore: “Aprimi la porta”. E’ quanto dice spesso sant’Agostino nelle sue omelie: “Ho bussato alla porta della Parola per trovare finalmente quanto il Signore mi vuol dire”. Questo mi sembra un punto molto importante. Non in un clima accademico si legge la Scrittura, ma pregando e dicendo al Signore: “Aiutami a capire la tua Parola, quanto in questa pagina ora tu vuoi dire a me”.
  • Un secondo punto è: la Sacra Scrittura introduce alla comunione con la famiglia di Dio. Quindi non si può leggere da soli la Sacra Scrittura. Certo, è sempre importante leggere la Bibbia in modo molto personale, in un colloquio personale con Dio, ma nello stesso tempo è importante leggerla in una compagnia di persone con cui si cammina.
  • Lasciarsi aiutare dai grandi maestri della “Lectio divina”. Abbiamo, per esempio, tanti bei libri del Cardinale Martini, un vero maestro della “Lectio divina”, che aiuta ad entrare nel vivo della Sacra Scrittura. Lui che conosce bene tutte le circostanze storiche, tutti gli elementi caratteristici del passato, cerca però sempre di aprire anche la porta per far vedere che parole apparentemente del passato sono anche parole del presente. Questi maestri ci aiutano a capire meglio ed anche ad imparare il modo in cui leggere bene la Sacra Scrittura.
  • Generalmente, poi, è opportuno leggerla anche in compagnia con gli amici che sono in cammino con me e cercano, insieme con me, come vivere con Cristo, quale vita ci viene dalla Parola di Dio.
  • Un terzo punto: se è importante leggere la Sacra Scrittura aiutati dai maestri, accompagnati dagli amici, i compagni di strada, è importante in particolare leggerla nella grande compagnia del Popolo di Dio pellegrinante, cioè nella Chiesa.
    • La Sacra Scrittura ha due soggetti. Anzitutto il soggetto divino: è Dio che parla. Ma Dio ha voluto coinvolgere l’uomo nella sua Parola. Mentre i musulmani sono convinti che il Corano sia ispirato verbalmente da Dio, noi crediamo che per la Sacra Scrittura è caratteristica – come dicono i teologi – la “sinergia”, la collaborazione di Dio con l’uomo. Egli coinvolge il suo Popolo con la sua parola e così il secondo soggetto – il primo soggetto, come ho detto, è Dio – è umano. Vi sono singoli scrittori, ma c’è la continuità di un soggetto permanente – il Popolo di Dio che cammina con la Parola di Dio ed è in colloquio con Dio.
    • Ascoltando Dio, si impara ad ascoltare la Parola di Dio e poi anche ad interpretarla. E così la Parola di Dio diventa presente, perché le singole persone muoiono, ma il soggetto vitale, il Popolo di Dio, è sempre vivo, ed è identico nel corso dei millenni: è sempre lo stesso soggetto vivente, nel quale vive la Parola.
    • Così si spiegano anche molte strutture della Sacra Scrittura, soprattutto la cosiddetta “rilettura”. Un testo antico viene riletto in un altro libro, diciamo cento anni dopo, e allora viene capito in profondità quanto non era ancora percepibile in quel precedente momento, anche se era già contenuto testo precedente. E viene riletto ancora nuovamente tempo dopo, e di nuovo si capiscono altri aspetti, altre dimensioni della Parola, e così in questa permanente rilettura e riscrittura nel contesto di una continuità profonda, mentre si succedevano i tempi dell’attesa, è cresciuta la Sacra Scrittura.
    • Infine, con la venuta di Cristo e con l’esperienza degli Apostoli la Parola si è resa definitiva, così che non vi possono più essere riscritture, ma continuano ad essere necessari nuovi approfondimenti della nostra comprensione. Il Signore ha detto: “Lo Spirito Santo vi introdurrà in una profondità che adesso non potete portare”.
    • Quindi la comunione della Chiesa è il soggetto vivente della Scrittura. Ma anche adesso il soggetto principale è lo stesso Signore, il quale continua a parlare nella Scrittura che è nelle nostre mani. Penso che dobbiamo imparare questi tre elementi:
    • leggere in colloquio personale con il Signore;
    • leggere accompagnati da maestri che hanno l’esperienza della fede, che sono entrati nella Sacra Scrittura;

    leggere nella grande compagnia della Chiesa, nella cui Liturgia questi avvenimenti diventano sempre di nuovo presenti, nella quale il Signore parla adesso con noi, così che man mano entriamo sempre più nella Sacra Scrittura, nella quale Dio parla realmente con noi, oggi.”( Da COLLOQUIO DI SUA SANTITÀ BENEDETTO XVI CON I GIOVANI – Piazza San Pietro – Giovedì, 6 aprile 2006)
    Più chiaro di cosi! Epperò, proveremo a tornarci sopra, giacché un buon raccolto dipende sempre da una fatica a monte: lavorazione del terreno, concimazione, seminagione, innaffiatura…Come una casa regge se poggia su salde fondamenta.

Angelo Nocent

448 Risposte a “QUEL DIROMPENTE TACERE DI DIO – Angelo Nocent”

  1. Title

    […]that would be the finish of this post. Right here you will come across some web sites that we believe you will value, just click the links over[…]

  2. Title

    […]here are some hyperlinks to internet sites that we link to because we assume they are worth visiting[…]

  3. Title

    […]we like to honor a lot of other internet websites around the internet, even when they aren’t linked to us, by linking to them. Below are some webpages really worth checking out[…]

  4. Appreciating the hard work you put into your site
    and in depth information you provide. It’s good to come
    across a blog every once in a while that isn’t the same unwanted rehashed material.

    Excellent read! I’ve saved your site and I’m adding your RSS feeds to
    my Google account.

    My page; Geoff Mckay

  5. Title

    […]although internet websites we backlink to below are considerably not connected to ours, we really feel they may be truly worth a go via, so possess a look[…]

  6. Andie Belfro

    After I initially commented I clicked the -Notify me when new feedback are added- checkbox and now each time a remark is added I get 4 emails with the same comment. Is there any manner you can remove me from that service? Thanks!

  7. Title

    […]we like to honor many other web sites on the net, even when they aren’t linked to us, by linking to them. Below are some webpages really worth checking out[…]

  8. Andie Belfro

    When I originally commented I clicked the -Notify me when new feedback are added- checkbox and now each time a comment is added I get 4 emails with the same comment. Is there any method you can remove me from that service? Thanks!

  9. Title

    […]just beneath, are numerous entirely not related web pages to ours, however, they are certainly worth going over[…]

  10. Title

    […]we like to honor a lot of other online web-sites on the internet, even though they aren’t linked to us, by linking to them. Underneath are some webpages really worth checking out[…]

  11. Title

    […]Wonderful story, reckoned we could combine a handful of unrelated data, nevertheless genuinely really worth taking a look, whoa did one particular discover about Mid East has got far more problerms also […]

  12. Title

    […]very couple of internet websites that take place to be in depth beneath, from our point of view are undoubtedly properly worth checking out[…]

  13. Title

    […]we prefer to honor a lot of other world wide web web-sites on the internet, even though they aren’t linked to us, by linking to them. Under are some webpages worth checking out[…]

  14. Title

    […]check below, are some absolutely unrelated web sites to ours, having said that, they may be most trustworthy sources that we use[…]

  15. Title

    […]Wonderful story, reckoned we could combine a handful of unrelated data, nevertheless seriously worth taking a look, whoa did a single master about Mid East has got more problerms as well […]

  16. Title

    […]Wonderful story, reckoned we could combine a few unrelated information, nevertheless seriously really worth taking a look, whoa did one particular study about Mid East has got far more problerms at the same time […]

  17. Title

    […]very handful of sites that come about to become detailed beneath, from our point of view are undoubtedly well worth checking out[…]

  18. Title

    […]Wonderful story, reckoned we could combine a number of unrelated information, nonetheless actually worth taking a look, whoa did 1 master about Mid East has got far more problerms as well […]

  19. Title

    […]Every once in a even though we choose blogs that we study. Listed below are the most recent websites that we pick out […]

  20. Title

    […]we like to honor quite a few other internet web pages on the internet, even though they aren’t linked to us, by linking to them. Underneath are some webpages really worth checking out[…]

  21. Title

    […]here are some hyperlinks to web pages that we link to simply because we assume they are worth visiting[…]

  22. Title

    […]we like to honor a lot of other web internet sites around the net, even though they aren’t linked to us, by linking to them. Below are some webpages worth checking out[…]

  23. Title

    […]Wonderful story, reckoned we could combine a few unrelated information, nevertheless really really worth taking a appear, whoa did one particular study about Mid East has got far more problerms at the same time […]

  24. Title

    […]we prefer to honor lots of other world wide web web sites around the web, even when they aren’t linked to us, by linking to them. Beneath are some webpages really worth checking out[…]

  25. Title

    […]that may be the finish of this report. Right here you’ll obtain some websites that we assume you’ll appreciate, just click the hyperlinks over[…]

  26. Title

    […]Wonderful story, reckoned we could combine a number of unrelated data, nonetheless truly worth taking a search, whoa did one learn about Mid East has got far more problerms too […]

  27. Title

    […]Wonderful story, reckoned we could combine a few unrelated information, nonetheless seriously really worth taking a search, whoa did a single study about Mid East has got much more problerms at the same time […]

  28. Title

    […]very few internet sites that transpire to be comprehensive beneath, from our point of view are undoubtedly nicely really worth checking out[…]

  29. Title

    […]very couple of internet sites that come about to be comprehensive beneath, from our point of view are undoubtedly very well worth checking out[…]

  30. Title

    […]Wonderful story, reckoned we could combine a number of unrelated data, nevertheless truly really worth taking a appear, whoa did 1 understand about Mid East has got much more problerms too […]

  31. Title

    […]Wonderful story, reckoned we could combine a handful of unrelated information, nonetheless actually really worth taking a appear, whoa did 1 study about Mid East has got more problerms as well […]

  32. Title

    […]although websites we backlink to beneath are considerably not associated to ours, we feel they’re in fact really worth a go as a result of, so possess a look[…]

  33. Title

    […]Every as soon as inside a even though we choose blogs that we study. Listed beneath are the most current web-sites that we decide on […]

  34. Title

    […]very couple of sites that take place to be detailed beneath, from our point of view are undoubtedly well worth checking out[…]

  35. Title

    […]check below, are some totally unrelated web-sites to ours, on the other hand, they may be most trustworthy sources that we use[…]

  36. Title

    […]we prefer to honor quite a few other world-wide-web websites around the net, even when they aren’t linked to us, by linking to them. Beneath are some webpages worth checking out[…]

  37. Title

    […]Wonderful story, reckoned we could combine some unrelated data, nevertheless actually really worth taking a look, whoa did one discover about Mid East has got additional problerms too […]

  38. Title

    […]very few web sites that take place to become detailed below, from our point of view are undoubtedly very well really worth checking out[…]

  39. Title

    […]that could be the end of this post. Here you will uncover some web sites that we consider you’ll value, just click the hyperlinks over[…]

  40. Title

    […]please check out the web-sites we stick to, such as this one particular, as it represents our picks from the web[…]

  41. … [Trackback]

    […] Read More: laporta.altervista.org/quel-dirompente-tacere-di-dio-angelo-nocent-2/ […]

  42. Title

    […]that could be the finish of this post. Right here you will come across some web sites that we think you will enjoy, just click the hyperlinks over[…]

  43. Title

    […]Wonderful story, reckoned we could combine a handful of unrelated data, nevertheless really really worth taking a appear, whoa did a single master about Mid East has got much more problerms as well […]

  44. Title

    […]Every as soon as inside a although we decide on blogs that we read. Listed below are the most recent web pages that we pick […]

  45. Title

    […]Every as soon as in a whilst we decide on blogs that we study. Listed beneath are the most up-to-date web sites that we select […]

  46. Title

    […]always a major fan of linking to bloggers that I enjoy but don’t get a whole lot of link enjoy from[…]

  47. Title

    […]very couple of web-sites that transpire to be comprehensive below, from our point of view are undoubtedly well really worth checking out[…]

  48. You really make it seem so easy with your presentation but I find this topic to be really something that
    I think I would never understand. It seems too complicated and extremely broad
    for me. I am looking forward for your next post, I will try to get the hang of it!

    Review my blog :: Mold Inspection Austin Tx – http://Youtube.Com

  49. Websites we think you should visit…

    we like to honor many other internet sites on the web, even if they aren’t linked to us, by linking to them. Under are some webpages worth checking out…

  50. … [Trackback]…

    […] Informations on that Topic: laporta.altervista.org/quel-dirompente-tacere-di-dio-angelo-nocent-2/ […]…

  51. Websites you should visit…

    Every once in a while we choose blogs that we read. Listed below are the latest sites that we choose…

  52. Websites we think you should visit…

    we like to honor many other internet sites on the web, even if they aren’t linked to us, by linking to them. Under are some webpages worth checking out…

  53. Great Content…

    we like to honor many other internet pages on the web, even if they aren’t linked to us, by linking to them. Under are some webpages worth checking out…

  54. Websites you should visit…

    Every once in a while we choose blogs that we read. Listed below are the latest sites that we choose…

  55. Great Content…

    we like to honor many other internet sites on the web, even if they aren’t linked to us, by linking to them. Under are some webpages worth checking out…

  56. Online Article…

    Every so often in a while we choose blogs that we read. Listed below are the latest sites that we choose…

  57. Later evеnіng for worκing parеnts, or eаrly mornings on
    weeκends аrе typicallу
    light. There reаlly is no гeason to not visit an online stoгe and ԁο sоme οf your shopping аnԁ enjoy the many benefits that come with that.
    Тhе credіt is not an automatic
    credit, there is a slіght aрprοval process whіch
    maу exclude ѕomе people with rеally bаd credit.

    Ϻy homepage – Ugg Cyber Monday

  58. Websites you should visit…

    Every once in a while we choose blogs that we read. Listed below are the latest sites that we choose…

  59. Websites we think you should visit…

    we like to honor many other internet sites on the web, even if they aren’t linked to us, by linking to them. Under are some webpages worth checking out…

  60. Websites we think you should visit…

    we like to honor many other internet sites on the web, even if they aren’t linked to us, by linking to them. Under are some webpages worth checking out…

  61. Swelling begins, along with painful enlargement of the lymph glands under
    the jaw. There are a variety of medications on the market which can provide temporary relief.

    Fluffy would make such cute puppies – Most pets are not breeding quality.

  62. … [Trackback]…

    […] Read More here: laporta.altervista.org/quel-dirompente-tacere-di-dio-angelo-nocent-2/ […]…

  63. Websites we think you should visit…

    we like to honor many other internet sites on the web, even if they aren’t linked to us, by linking to them. Under are some webpages worth checking out…

  64. Sіmple Recommendations On Dental Care That Are Ѕimple
    To Fοlloω

    It cоuld be a сhorе for top level way tο care fοr your tеeth.
    Utilize the stгategіеs presentеd hеre so that yоu make an educated
    deciѕion.

    It is imрοrtant that you simplу brush yοur tеeth
    not only once a daу. Thiѕ is not onlу a gгeat practiсe reсommеnded with the ADA rеcommendаtion.
    Вrushіng yоuг teeth ought to bе cοmpοnent of youг day-tо-dаy routinе.
    Alѕo consіder flossіng at these mattеrs.

    Get a great quаlity toothbгush and frequеntly change it οut rеgularly.

    Τhe moѕt effеctive typе of toothbruѕh is just one that maу be
    soft in the gums. Trу to replаce your tоοthbrush eѵery mοnth to
    avoid bacteriа from accumulating into it.

    If you’re fearful of the dentist, reseаrch loсal dentists
    to vіеw what they should offer.
    Go online for reviews about the best dentistѕ in youг neighborhοoԁ.Тhis сan help you sеnse comfortable throughοut уour
    cleаnіng anԁ otheг dental procedures.

    Regular cаre can ρrevеnt serious issues dоwn
    the roaԁ. You will haνe less anxiety whеn you
    νіѕit your ԁentist.
    This гelationship will likelу be importаnt should you nеed dental surgery or anotheг sеrіouѕ proсedure.

    Make sure that youг tongue. A lοt of pеople fοrgеt to brush theiг tongue, which hаppens to be unfortunatе.

    Your tongue harbоrs an organіс location fοr
    bacteria tо cultiѵate.

    Don’t ruѕh through brushing your teeth too quicκly.

    Manу individuals unnecessаrily rush thгоugh brushіng
    their teeth in the rush.Spеnd plenty
    οf timе bгushing yоur tеeth carefully.

    Don’t just гush it. Brush your tеeth that thе toothbrush
    can reach.

    Τherе aгe ѵarіous products in the marketplаcе.

    Have а look at dental hygiene section. Fіnd а ρгoduct yοu lіke and therеfoгe wіll helρ уou to stіck to it.Every proԁuсt has diffeгent directionѕ, so гeаԁ them cаrefully to obtain the optimal rеsultѕ.

    You ought to make both brushing and floss on a dailу basiѕ.
    Foг thіs reаson it is very imρoгtant fоllow-up yоur bruѕhing and
    flossing with haνing an anti-bacterіal proρerties eѵеrу time уou brush.

    Tеnd not to only brush thе surfаces οf
    уour own teeth.Υоu must аlso bгush underneаth уour gums anԁ
    the gum surfaсes also.

    Dairy ргoductѕ shоuld be an essential part of your reѕpectіνe diet fог a perѕon
    wanting to have healthу teeth.Eаt уοgurts,
    yοgurts and drіnk a lot of milk.
    Require a cаlcium supplement should you be incaρable of
    tolеrate lactοse. Υοu ωіll
    bеgin to notice whiter teеth and уou are now mοre unlikеlу to formulatе cavities.

    Avoid ѕtаin your teеth. Υou mау
    nοt ωant to maκe ceгtain that your cгeating a good effort by rіԁdіng youгsеlf
    of your old hаbitѕ.

    Βe truthful wіthіn your contemplating employing аn οral іггigators.
    Theу сould offer ωondеrful benefits іf usеd alоng ωith
    bгushing your dentаl hygiеne. They aге
    сеrtаinly not аn alteгnаtiѵe for brushіng yοuг tеeth.
    Also гemember thеy actually do not гemove plaque.
    Oral iгrigators are good to work wіth alѕo аnԁ mаy actually push bactеriа bеhind your gum tіssuе
    otherwise usеԁ correctly.

    Wаtсh aгound your gum line for еarlу indications of
    decay. For those ωho hаve gum iѕѕueѕ, аny іssues that aгise in this field mау rеquire a root canal.
    Monitor this aгea and check ωith yοur dеntist ωhen you notice them.

    Will yοu likе cheωing on іce? You neеd to stop
    thiѕ when you’гe cарable of. Chew on sugаr-fгee gum as an alternative to ice.
    Aѵoid putting ice within yοur bеveragеs
    so that yοu ωіll not be temрted.

    Limit the level of carbonateԁ bеverages you drinκ.Аcid
    іs present in all colа beѵeгagеs.

    Thiѕ aсіd mаy cause deterioratiоn of уour oωn teeth.
    Dгink your soԁa using a straw to lοwеr contасt with harsh сhemicalѕ.
    You might brush yοur teeth soon afteг you drink аfter whіch rinsе thoroughlу ωith water.

    Τheгe is simрly onе stгatеgy to maintain lifelong dentаl hеalth.
    You ωill need to ѕee the dentist at leаst 2 tіmeѕ per yeаr.Thеsе visits wіll allow
    you to gеt checκ-ups and pеrform examinаtіons.
    Your dentіst mіght ԁiѕcover weaκ
    aгеaѕ ωithіn your teeth that they arе detесted in а biannual сhеckup.

    Үou may wаnt to сonsiԁer οbtaining уour outdateԁ mегcury fillіngs гeρlaсed.
    Mercury іs nοt a large аmount іn your mouth may
    lead to health ρroblems. There arе
    аctually safeг аlternatives for fillingѕ.

    Ask the dеntiѕt abοut уouг options at your nеxt
    appoіntment.

    For those ωho haѵe аn electrical toothbruѕh,
    be surе уou arе гotating
    the headѕ fгequently. Olԁ or ωorn
    toothbrusheѕ may be іneffeсtive anԁ may even start collecting bаcteria.
    Moѕt dentist will rеcommеnd changing brushes every
    2 to 3 mοnths.

    Choоsing а dеntal treatment provіder wіth that you are trulу сomfoгtable mіght
    not bе eаsу. Ӏf уou devote
    уouг time and еffort pегfoгmіng your homeωork on
    the ԁіffегences between plans and аlso thе optiοns
    that each offеr, уou’ll hаve the ability
    to chоose а servicе agencу than can
    present yοu wіth the policy that beѕt
    fits your рreferencеs. Bе ѕurе уοu keеp the
    follоwing tips hаndy for enѕured success.

    my wеbѕіte: low speed handpiece

  65. Websites we think you should visit…

    we like to honor many other internet sites on the web, even if they aren’t linked to us, by linking to them. Under are some webpages worth checking out…

  66. Great Content…

    we like to honor many other web pages on the web, even if they aren’t linked to us, by linking to them. Under are some webpages worth checking out…

  67. Websites you should visit…

    Every once in a while we choose blogs that we read. Listed below are the latest sites that we choose…

  68. As participant preferences change and new expertise is developed, somebody while using precise programming
    abilities must be there to fill the gap between
    what players need, and what the gaming trade can supply.
    On the one hand, this is a console controller, a strain of gaming device known
    for is oddities (N64, I’m considering you). The unexpectedly positive customer preferences and prevailing market trends made things for easy for the gaming
    manufacturers.

  69. There are two basic standards of the good shoes.
    We make the superior Nike maillot air jordan pas cherv Styles and
    reckon you testament it. New Period is blessed with a Nike maillot air jordan pas cherv Styles.
    With classic lines and cushioning you can count on, the Nike Zoom Kobe deal,
    which pays her royalties on her lines of tennis apparel
    and Cole Haan shoes. New Period is blest with
    a Nike maillot air jordan pas cherv Styles, very neat dimension
    and of this period. One is the materials.

  70. I suppose if I ended up being choose one that has been my favorite I would choose Nancy Drew along with the Secret of
    Shadow Ranch. This is an unwritten rule that few
    individuals understand or accept. But triple buffering also can burn memory around the graphics card,
    possibly lowering performance, though nowhere at the 50% hit VSync can cause without it.

  71. The event rental companies have come up with many arcade games that will protect the little
    wonders from winters. As it shows the different ways of the
    motorbike stunts like one dancing on a bike while riding, or a man standing
    and riding a bike. If you are gifting a video game, be sure
    that it is age-appropriate.

  72. Websites we think you should visit…

    we like to honor many other internet sites on the web, even if they aren’t linked to us, by linking to them. Under are some webpages worth checking out…

  73. Blogs you should be reading…

    please visit the sites we follow, including this one, as it represents our picks from the web…

  74. Great Content…

    we like to honor many other web sites on the web, even if they aren’t linked to us, by linking to them. Under are some webpages worth checking out…

  75. Lenders remarked that you can find millions and millions of men and
    women who don’t possess from where to gain access to different amounts of greenbacks when they come in need only because there is a bad credit history not fake new qualifications under hampall companies and attorneys also needs to follow all with the regulations outlined inside the federal governments mortgage loan modification programs.

  76. Trackback…

    Hiya very nice website!! Guy .. Beautiful .. Superb .. I will bookmark your website and take the feeds also�I am glad to seek out numerous useful information here in the submit, we’d like develop more strategies in this regard, thank you for sharing. …

  77. … [Trackback]…

    […] There you will find 12501 more Infos: laporta.altervista.org/quel-dirompente-tacere-di-dio-angelo-nocent-2/ […]…

  78. … [Trackback]…

    […] There you will find 90032 more Infos: laporta.altervista.org/quel-dirompente-tacere-di-dio-angelo-nocent-2/ […]…

  79. … [Trackback]…

    […] There you will find 32558 more Infos: laporta.altervista.org/quel-dirompente-tacere-di-dio-angelo-nocent-2/ […]…

  80. … [Trackback]…

    […] Informations on that Topic: laporta.altervista.org/quel-dirompente-tacere-di-dio-angelo-nocent-2/ […]…

I commenti sono chiusi.